Salta al contenuto principale

Daklen vola negli Stati Uniti

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 43 secondi

QUANDO una nuova stella illumina il firmamento non si può che rimanere incantati a guardare il cielo e con Daklen Difato, di fatto succede proprio questo: con il suo candore luminoso incanta e stupisce, lasciando incantato chiunque ha la fortuna di ascoltarlo suonare melodie quintessenziali al suo pianoforte.
Dopo l'entusiasmante Concerto d'Amore, tenuto a Matera in una Piazza della Visitazione gremita da oltre diecimila persone, Daklen Difato, il giovanissimo pianista lucano (ha compiuto 9 anni il 26 maggio) nominato dalla Regione Basilicata primo Ambasciatore nel Mondo di “Amore/Philos: Basilicata d'Amare”, vola in America, dove si esibirà il 2 giugno prossimo all'ambasciata Italiana di Washington per la sua prima apparizione internazionale, portando con sé un amore spassionato per la sua terra e la convinzione di poter far conoscere, attraverso la sua sensibilità, la grande umanità della sua gente.
Un vero enfant prodige, Daklen Difato che, oltre a stupire per il suo eccezionale talento musicale, affascina per la sua sensibilità, per la sua voglia di conoscere, per il suo interesse smisurato per tutto ciò che è vita, tanto da decidere, con estrema determinazione, di sposare appieno i principi fondanti di “Amore/Philos: Basilicata d'Amare”, il programma di rinascenza culturale, improntato sulla centralità dell'essere e sui più profondi valori della tradizione, avviato dal Dipartimento Attività Produttive della Regione Basilicata per la promozione turistica del patrimonio culturale.
«Ho voluto esserci ad ogni costo - ha dichiarato Daklen rivolgendosi alle migliaia di persone che lo hanno ascoltato, con l'attenzione riservata solo alle star più famose, nel concerto di Matera - pur sapendo che per un pianista esibirsi in una piazza, poi così grande, è, per tanti motivi, assai difficile. Io credo che la mia regione ha bisogno di essere conosciuta, e perciò voglio aderire a questa iniziativa che vuole promuoverla anche con i suoi talenti».
Figlio d'arte -il papà, Daniele suona la tromba, il nonno Antonio musicista, la zia Mariella paleografa musicale- Daklen Difato, nelle sue esibizioni magistrali, sembra già rasentare la perfezione, intuendo che dall'armonia dei suoni possa scaturire l'armonia dei comportamenti, grazie alla forza della musica che trasforma l'energia in sentimento, trasmettendo in ognuno un benefico influsso e regalando sia il piacere di amare, sia il piacere di sentirsi amati.
E sì! Siamo proprio davanti ad un vero fenomeno -quando si parla con lui, per la sua saggezza, si penserebbe di stare con un coetaneo, solo poi, quando si avvicina alla sua cara mamma, e in un orecchio le chiede di accompagnarlo a fare la pipì, solo allora ci si rende conto di parlare con un bambino. E non finisce qui, perché, pensate, che quando, durante una conferenza stampa, gli è stato chiesto se c'è qualcosa che non gli piace, sapete cosa ha risposto? La playstation. Proprio la playstation, l'incubo di tanti genitori. La risposta ha destato una certa incredulità tra i presenti, che pensando ai loro figli non potevano credere alle loro orecchie e subito hanno chiesto al mitico Daklen di svelare l'arcano, convinti che finalmente avrebbe dato loro la soluzione per redimere i propri pargoli: «A me - ha detto il piccolo grande talento- la playstation non piace proprio. E sapete perché: la trovo irreale, a me piacciono le cose vere, autentiche. Preferisco mille volte giocare a pallone, stare per strada e divertirmi con le mie amiche e i miei amici».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?