Salta al contenuto principale

I Tabellini - 04 giugno 2009
Sez. Arbitri Vs Associaz. "M.R. Sessa"

Basilicata

La gara è terminata con il risultato di 8 a 2 per gli arbitri cosentini

Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

La seconda sfida della giornata è stata un tantino più equilibrata rispetto alla gara d’apertura. Nonostante il risultato finale, infatti, l’aitante squadra degli arbitri cosentini, super allenati dopo un anno di direzioni, ha dovuto faticare un po’ per avere ragione del team dell’Associazione Maria Rosaria Sessa, costituita da elementi che giocano insieme ormai da più anni, con meccanismi di gioco collaudati e un’intesa da fare invidia.
A sbloccare il risultato sono state le “giacchette nere” e si è trattato di un gol da record per Perri, subentrato appena pochi secondi prima. La “Sessa” perònonsi è scoraggiata e il pareggio è arrivato grazie alla vecchia volpe Franco Rosito, imbeccato da una bella punizione di Attilio Sabato.
Giusto qualche minuto interlocutorio, con iniziative bloccate sul nascere al limite delle rispettive aree di rigore e una traversa di Riconosciuto, e la squadra di Perrotta (in panchina sembrava un indemoniato) passava in vantaggio con Gianluca Pasqua, che oltre a “bucare” il video sa pure infilare i portieri avversari. Da questo momento in poi, però, per la squadra della “Sessa” si spegneva la luce, nonostante la classe di Antonio Morimanno.
Gli arbitri tornavano in parità dopo due minuti con Perri e sempre con Perri, che sfruttava una papera del portiere avversario, passavano in vantaggio. Poi la rete di Caricato. Il 4-2 maturato fino a quel momento, e con il quale si chiudeva il primo tempo non demoralizzava la truppa di Rosito che attuava una resistenza eroica e il risultato restava piuttosto in bilico fino a più di metà della seconda frazione di gioco, quando De Bartolo portava i direttori di gara sul 5-2. Da quel momento la debacle della “Sessa” iniziava ad assumere proporzioni più imbarazzanti. De Bonis, con una bella sforbiciata, centrava
il 6-2, mentre Perri chiudeva la sua personalissima giornata di grazia (con 4 reti è già capocannoniere del torneo) portando i suoi sul 7-2. La contesa veniva chiusa da Verta, che metteva la parola fine alla sfida.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?