Salta al contenuto principale

Cattiva condotta, boss reggino torna in cella

Basilicata

Da più di un anno godeva del beneficio della libertà vigilata a Rignano Flaminio

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Per 'cattiva condotta' Carmelo Morabito, di 45 anni, condannato per mafia, è stato riportato in carcere dai carabinieri. L’uomo, originario di Africo, vicino a Reggio Calabria, è ora rinchiuso nel carcere di Rebibbia. Viveva dal febbraio dello scorso anno a Rignano Flaminio ed aveva ottenuto la libertà vigilata.
L'ordinanza è stata adottata a seguito di alcune informative redatte dai Carabinieri della stazione di Rignano Flaminio. Avrebbe trasgredito alla prescrizione di tenere una buona condotta in due casi. Il primo risale al luglio 2008 quando si rese responsabile di lesioni personali ai danni di un 65enne del posto; il secondo è del dicembre scorso quando il pregiudicato, a cui era stata revocata la patente da anni, era stato sorpreso dai Carabinieri di Rignano alla guida di un’auto e sanzionato per guida senza patente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?