Salta al contenuto principale

Neonata venduta nel reggino, in manette il padre "acquirente"

Basilicata

La polizia di Stato del commissariato di Cittanova ha tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento di carcerazione del tribunale di Palmi, Giuseppe Brancati, 40 anni

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

La polizia di Stato del commissariato di Cittanova ha tratto in arresto, in esecuzione di un provvedimento di carcerazione del tribunale di Palmi, Giuseppe Brancati, 40 anni, il quale deve scontare una pena residua di due anni, otto mesi e nove giorni di carcere per una vicenda che risale alla fine del 2007. L’uomo rimase coinvolto nella «compravendita» di una neonata nella qualità di padre «acquirente». A denunciare l'accaduto fu il padre naturale della bimba. Dagli accertamenti dei carabinieri risultarono coinvolti oltre a Brancati anche la madre naturale, l'acquirente, altre due donne che svolsero il compito di intermediarie e personale medico dell’Asl di Messina. In quella circostanza, con l’operazione denominata «Opera Pia», Brancati, assieme ad altre cinque persone, fu destinatario di un provvedimento del Gip di Palmi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?