Salta al contenuto principale

Rapina a Bruzzano Zeffirio, un arresto

Basilicata

Rapina un ufficio postale e viene arrestato dai carabinieri in flagranza di reato

Tempo di lettura: 
0 minuti 36 secondi

Protagonista del colpo, messo a segno ai danni dell’ufficio postale di Bruzzano Zeffirio, Leo Morabito, 19 anni, di Africo Nuovo, legato da vincoli di parentela con Leo Morabito, meglio conosciuto come «scassaporte» e Francesco Pelle (alias Pakistan).
Il giovane a viso scoperto ed armato di pistola giocattolo è penetrato all’interno dell’ufficio postale ed ha costretto la direttrice a consegnargli la somma di 634 euro contenuta nella cassaforte.
Una pattuglia di carabinieri in transito, notando una certa confusione all’interno della struttura postale, si è appostata all’esterno dello stabile chiedendo rinforzi alla centrale. A questo punto è stata fatta irruzione nell’ufficio costringendo il giovane a disfarsi dell’arma e ad arrendersi.
La refurtiva è stata recuperata e il giovane è finito in carcere.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?