Salta al contenuto principale

Destinata alla 'ndrangheta la droga intercettata dalla finanza calabrese

Basilicata

La barca si trovava al largo di Alghero e proveniva dall’area caraibica del Sud America. La droga pesava tre quintali. A bordo, sono stati arrestati due skipper

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Un'azione coordinata dalla D.D.A. di Reggio Calabria, è stata condotta dal G.I.C.O. di Catanzaro, in collaborazione con lo S.C.I.C.O. di Roma e con Reparti Aeronavali delle Fiamme Gialle ha permesso di intercettare, al largo delle coste di Alghero, un veliero proveniente dall’area caraibica del Sud America sul quale sono stati scoperti 300 Kg di cocaina nascosti in un doppio fondo ricavato a poppa attraverso una sofisticata lavorazione in resina. I finanzieri hanno trovato così, 242 panetti di cocaina purissima che, se introdotti nel mercato nazionale, avrebbero fruttato circa 130 milioni di euro. A bordo, sono stati arrestati due skipper Doriano Torrierod, di 46 anni, e Massimiliano Raybaudi Massilia, di 44. L’operazione ha portato al sequestro della droga, che venduta avrebbe fruttato 130 milioni di euro. I finanzieri hanno intercettato il veliero «Linnet» di 12 metri, proveniente dallo Stretto di Gibilterra dopo essere partito da Margarita, in Venezuela, grazie alle tecnologie installate sui mezzi aerei e navali in dotazione al Corpo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?