Salta al contenuto principale

Romeno accoltella l'amante della madre nel Cosentino

Basilicata

Luzzi. Domenico Spina, 48 anni, di Bisignano è stato ucciso da Octavian Timotei Bodea, 19 anni. L'uomo stava insultando la donna accusandola di infedeltà e il giovane voleva difenderla

Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Octavian Timotei Bodea, 19 anni, ha ucciso l’amante della madre a coltellate dopo che questi l'aveva offesa e accusata di infedeltà. Domenico Spina, di 48 anni, di Bisignano è morto per questo ieri sera. L’uomo, secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri della Compagnia di Rende, ha avuto una lite con la madre del giovane, che lavora come badante, e l’ha insultata. Bodea forse nel tentativo di difendere la madre, ha colpito Spina con un coltello, che non è stato ancora trovato, alla zona toracica. L'uomo, che aveva da tempo una relazione con la donna, si sarebbe presentato ubriaco alla festa di compleanno del giovane, che era in compagnia, oltre che della madre, badante presso una famiglia del luogo, anche di alcuni amici. Avrebbe lamentato di non essere stato invitato alla festa. Ne è nata una discussione che è poi finita in una lite. Il giovane, forse per difendere la madre, ha afferrato un coltello e lo ha colpito più volte al torace, provocandone la morte quasi istantaneamente, secondo quanto verificato nella notte dal medico legale. Poi il ventenne avrebbe gettato via il coltello nella campagna vicina. L’arma non è stata ancora ritrovata. Il giovane è stato arrestato subito dopo il fatto dai carabinieri.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?