Salta al contenuto principale

In ospedale a Venosa
primo trapianto corneale

Basilicata

L'asl ha assicurato recuperi funzionali rapidissimi. E' la prima volta in Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

E' stato effettuato nell’ospedale di Venosa il primo trapianto endoteliale corneale della Basilicata, che consiste nella rimozione parziale della parte più profonda della cornea sostituendola con endotelio sano e ottenendo – ha reso noto l’Asl di Potenza – «recuperi funzionali rapidissimi e risolutivi». L’intervento è stato eseguito nell’unità operativa di oculistica, in cui «già da cinque anni – ha spiegato il direttore sanitario del presidio ospedaliero unificato di Melfi e Venosa, Domenico Lacerenza – si effettua il trapianto corneale totale. Si tratta di una metodica che comporta tempi di recupero lenti, di oltre un anno, e richiede eventuali interventi successivi di correzione di astigmatismi residui. Recentemente – ha aggiunto – è stato messo a punto il trapianto corneale parziale, applicabile in alcune patologie, come la cheratopatia bollosa». La scelta della Regione Basilicata di costituire un Centro di riferimento regionale in oculistica, ha concluso Lacerenza, «è vincente, e ancora una volta la sanità lucana attiva un servizio di eccellenza».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?