Salta al contenuto principale

Omicidio a Cosenza, l'ex compagno: "Volevo solo spaventarlo"

Basilicata

All'ultimo incontro il presunto assassino avrebbe chiesto indietro i soldi prestati e i regali tra i quali un vestito da drag queen: «Non volevo usasse con altri oggetti comprati per noi»

Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

La città di Cosenza è ancora scossa. Un giovane di appena 26 anni, Francesco Tenuta, è stato assassinato dal suo ex compagno Ettore Cavalcante detto Roberto. Padre di due figli e separato dalla moglie il 37enne residente a Rende aveva avuto una relazione con Tenuta per quattro anni fino a che, pochi mesi fa, quest'ultimo aveva deciso di troncare forse spinto da un nuovo amore.
Da allora Cavalcante ha iniziato a seguirlo fino all'incontro di martedì pomeriggio culminato nel drammatico omicidio. E lo scenario sembra farsi un po' chiaro via via che le indagini proseguono. Cavalcante che si professa ancora innamorato del suo ex compagno non sarebbe a conoscenza della sua morte e pare abbia chiesto più volte il perchè non si facesse vedere da lui. Inoltre ha parzialmente ammesso le sue colpe confermando che voleva solo spaventare Francesco con il coltello e che desiderava riavere i regali (tra i quali vestiti da drag queen) e i soldi prestati. Ma la sua situazione si fa sempre più difficile. Secondo l'accusa ci sarebbe stata dell'intenzionalità nel ferimento mortale. Si pensa di aggiungere anche l'accusa di stalking.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?