Salta al contenuto principale

Blitz dei carabinieri, sgominata
una banda di spacciatori

Basilicata

Nove persone arrestate altre 50 coinvolte a vario titolo

Tempo di lettura: 
1 minuto 22 secondi

Il blitz è scattato alle prime luci dell'alba, quando i carabinieri del Comando provinciale di Matera hanno invaso con le loro gazzelle la città di Ferrandina, per una vasta operazione antidroga volta all'esecuzione di un'Ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip del Tribunale di Matera, su richiesta della locale Procura, nei confronti dei componenti di un gruppo criminale dedito al traffico, alla detenzione e allo spaccio di droga. L'indagine, avviata nel dicembre 2007, ha consentito di disarticolare un'organizzazione criminale che, ben strutturata e radicata nel comune di Pisticci e Matera, importava da Taranto, e poi smerciava per quantitativi non inferiori a 15 grammi di eroina pura settimanali, oltre a notevoli quantitativi di hashish, alimentando così l'illecito mercato dello spaccio non solo locale ma anche dell'intera provincia con ingenti profitti. Le indagini hanno permesso altresì di accertare la cessione di circa 50 dosi medie settimanali, nonché il sequestro di gr.15 di eroina, gr.230 hashish e gr.2 chetamina ed il coinvolgimento a vario titolo di circa altre 50 persone dell'hinterland pisticcese, alcune già conosciute alle Forze dell'ordine. Il sodalizio criminale, in consuetudinarie circostanze di tempo, in Ferrandina, Pisticci, Salandra, San Mauro Forte e Taranto, si rifornivano e cedevano eroina e hashish. A loro carico sono stati contestati 112 capi di imputazione. In particolare, le ordinanze di custodia cautelare personale, emesse dal Gip della Procura di Matera, Vittoria Orlando, su richiesta del pm, Valeria Farina Valaori, nei confronti, tra gli altri, di Gabriele Montefinese, Giampiero Montefinese, due fratelli che avrebbero tessuto le fila dell'organizzazione; insieme a loro agli arresti anche i giovanissimi: Luca Laviola, Giovanni Di Costole e Patrizio Palatella. Ai domiciliari, invece, Michele Brandi Trentino, Tommaso Tricarico, Simone Luongo e Domenico Labriola.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?