Salta al contenuto principale

Cosenza 1914: restano solo in otto,
via anche Ambrosi

Basilicata

I piani di Mirabelli e Toscano: si volta pagina a prescindere dalle possibilità economiche. Verso la riconferma Battisti, Polani e Mortelliti

Tempo di lettura: 
2 minuti 32 secondi

La svolta societaria è dietro l'angolo; domani Chianello e Paletta incontreranno
a Palazzo dei Bruzi gli imprenditori che hanno manifestato la volontà di entrare a far parte della società rossoblù. Ci sarà il sindaco, naturalmente, e proprio Perugini farà da collante tra le parti per favorire la conclusione dell’accordo. Gli imprenditori che vedranno Chianello e Paletta, però, dopo aver parlato con i dirigenti potrebbero chiedere tempo e allora i tempi si dilaterebbero.
Domani mancherà esattamente una settimana al fatidico 30 giugno, giorno in cui tante scadenze dovranno essere osservate, ossia l'iscrizione, l'approvazione del bilancio, ecc...
Dal 10 luglio, invece, partiranno le visite mediche per i vecchi e nuovi rossoblù e il 13 si partirà per il ritiro di Spoleto, che si concluderà il 1° agosto.
In poco più di venti giorni, dunque, tutto (o quasi) dovrà essere definito soprattutto per ciò che concerne i discorsi tecnici, comunque già avviati dal dg Mirabelli (che ieri è stato a Benevento per la finale play off contro il Crotone) in accordo con il tecnico Mimmo Toscano.
Per quanto riguarda la rosa che andrà a comporre il Cosenza Calcio 1914 per la stagione 2009/2010, non sarà rinnovato il contratto del portiere Stefano Ambrosi, mentre Guizzettiè tornato al Brescia per fine prestito.
E’ in dubbio la conferma di Cosenza, visto che rientrano dai prestiti sia De Luca che Galeano e Mirabelli potrebbe decidere di tenerne solo uno o al massimo due fra i tre. Tra i nomi che si fanno per questo ruolo, nelle ultime settimane ha preso corpo quello di Enrico Alfonso, classe ‘88, l’anno scorso 9 presenze in serie B col Pisa, di proprietà dell’Inter.
In difesa, invece, si è deciso di fare a meno di Morelli, Moschella, Braca, Parisi e Musacco, mentre i confermati sono Bernardi e Chianello.
Contatti sono stati avviati con altri due giovani di scuola Inter, Andrea Mei (classe ‘89) e Daniele Federici (classe ‘88, utilizzabile anche a centrocampo),
nell’ultima stagione al Grosseto in serieBdove ha collezionato 3 reti in 17 partite. Per quanto riguarda Porchia, c'è la volontà del giocatore di vestire la
maglia del Cosenza.
Il centrocampo presenta la prima novità clamorosa e sostanziale. Raffaele Battisti dovrebbe essere riconfermato, mentre il foglio di via è stato dato a Occhiuzzi, Catania, Profeta e Ramora.
Resteranno in rossoblù, invece, De Rose e Fabio. Luca Siligardi, anche lui dell’Inter, classe 88, potrebbe essere il primo rinforzo per il reparto.
Già da tempi chiuso l’accordo con Fabio Roselli, nella scorsa stagione al Ravenna.
In attacco le altre due novità clamorose delle ultime ore. Si va verso il rinnovo della fiducia a Polani e Mortelliti, mentre farà le valigie Galantucci. Confermato, invece, Domenico Danti.
In quanto a trattative per questo reparto, ci sono contatti bene avviati con Ceccarelli (ex Monopoli) e col giovane Gubinelli, proveniente dal Tor Tre Test (Eccellenza laziale). Sotto osservazione un altro ragazzo del vivaio interista: si tratta di Aiman Napoli (classe ‘89). Il discorso su Alessandro Pellicori, invece, il discorso è più complesso.
Anche in questo caso la volontà di vestire la maglia del Cosenza esiste ed è forte, ma bisogna vedere cosa succederà ad Avellino, società proprietaria del suo cartellino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?