Salta al contenuto principale

Il presidente Loiero analizza il voto elettorale
per Cosenza e Crotone

Basilicata

Rispetto alle prossime elezioni regionali e al rapporto con l’attuale dato emerso dalle elezioni provinciali, il governatore si è dimostrato ottimista

Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

Un risultato positivo, «malgrado quello che siamo stati costretti a fare soprattutto nella sanità, toccando le fasce deboli».
Il presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero, è tornato sul risultato elettorale a Cosenza e Crotone, parlando oggi a Catanzaro.
Per quanto riguarda la vittoria alla Provincia di Cosenza, Loiero ha evidenziato: «Siamo avanti di 13 punti, anche se è vero che non abbiamo vinto al primo turno. Nell’apparentarsi – ha aggiunto – si erano fatti conti aritmetici ed eravamo lì. Doveva essere una battaglia corpo a corpo e così non è stato. D’altronde, lo ha detto anche Occhiuto, quei voti non sono facilmente trasportabili, perchè poi sono il candidato e la coalizione che tirano, e a Cosenza c'è anche una tradizione molto forte».
Il presidente Loiero ha anche analizzato il dato elettorale di Crotone, dove il centrosinistra ha perso la Provincia. «E' stato un peccato – ha affermato – perchè la situazione era forte almeno quanto quella di Cosenza se non di più. Noi abbiamo delle colpe, il problema di Crotone andava affrontato prima». Rispetto all’azione che dovrà mettere in atto il Partito Democratico, Loiero ha sostenuto che «il Pd deve fare un’operazione che oggi è un pochino più complicata, perchè c'è il conflitto acceso del dopo elezioni che rende più problematico rimettere i cocci. Ci vuole pazienza – ha aggiunto Loiero – e spiegare sentendo le ragioni di tutti».
Rispetto alle prossime elezioni regionali e al rapporto con l’attuale dato emerso dalle elezioni provinciali, il governatore si è dimostrato ottimista, limitandosi a dire ai giornalisti: «Fate voi l'analisi dopo questi dati». Infine, sottolineando il rapporto positivo nella coalizione di centrosinistra, Loiero ha anche evidenziato che rispetto ai rapporti con Italia dei valori e ai possibili problemi di dialogo si sta facendo «un processo alle intenzioni, non abbiamo sentito queste cose».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?