Salta al contenuto principale

Zurlo presidente della Provincia di Crotone
i commenti del Pdl

Basilicata

La vittoria del centrodestra accolta con entusiasmo dal Pdl calabrese. Schifino si congratula con Zurlo ed analizza il voto

Tempo di lettura: 
3 minuti 23 secondi

«Esprimo enorme soddisfazione per la vittoria di Stanislao Zurlo alla Provincia di Crotone, il cui valore assume un significato particolare data la tradizione del territorio pitagorico storicamente appannaggio del centro - sinistra».
Sono le dichiarazioni del parlamentare del Pdl Giuseppe Galati dopo il turno di ballottaggio che ha decretato un’inversione di rotta nel territorio crotonese.
«I quasi tremila voti di differenza con il suo avversario Ubaldo Schifino – aggiunge Galati – sono un dato da tenere nella dovuta considerazione e pongono Zurlo nella condizione di poter operare e lavorare proficuamente in un territorio, dalle enormi potenzialità, troppe volte dimenticato dalla classe politica che sta governando la regione in questi anni. Un territorio mortificato nelle sue risorse turistiche e storiche che pone il neo presidente Zurlo in una posizione tale da intraprendere quella svolta decisiva che tutti i crotonesi auspicano ed aspettano. Il dato che emerge da Crotone non può che essere un punto a favore dell’asse Pdl – Udc in vista delle regionali del prossimo anno, in considerazione del fatto che nel resto della regione nelle province di Catanzaro e Reggio si attesta una considerevole presenza dell’elettorato di centro destra, mentre la provincia di Vibo, con le Europee, e quella di Cosenza, con l’ultimo ballottaggio, hanno evidenziato, in un quadro complessivo regionale, la presenza di cittadini desiderosi di cambiamento in procinto di chiudere con la negativa esperienza del governo calabrese di centro sinistra».

«Ci spiace che per la sinistra la perdita della provincia di Crotone e la vittoria al secondo turno a Cosenza rappresentino una vittoria: in ogni caso, la scelta dell’alleanza tra udc e Pdl si basa su un progetto di condivisione antitetico all’attuale esperienza di governo regionale». Lo afferma Michele Trematerra, capogruppo regionale dell’Udc. «La sinistra dice di essere autosufficiente ma ci insegue – afferma Trematerra – preferendo concentrare le sue attenzioni non sulle evidenti contraddizioni che circolano nella sua maggioranza , ma sull'alleanza dei moderati basata, com'è noto, su un’osmosi programmatica da contrapporre alla deludente esperienza di questi quattro anni. Siamo certi che a breve scoppieranno le contraddizioni nella sinistra fra Idv, l'ala estrema e il Pd e constatiamo come la debolezza dell’offerta politica dell’attuale maggioranza abbia avuto ripercussioni sia sull'esito elettorale delle province (con una perdita di una postazione e lo smarrimento di oltre 100 mila voti): evidenze che il consigliere regionale Censore, inconsciamente, richiama rivolgendosi a chi, come noi, rivendica una scelta progettuale basata sulla coerenza».

«Viva soddisfazione per l'esaltante risultato ottenuto, che ha consentito al centrodestra di conquistare la Provincia, storicamente 'rossa', di Crotone e la città di Corigliano, anch’essa, sino ad oggi, guidata dal centrosinistra», è stata espressa, nel corso di una riunione, dei consiglieri regionali del Pdl. «Vittorie – è detto in un comunicato – conquistate nel turno di ballottaggio e che hanno fatto registrare successi in ben due delle tre realtà interessate da quest’ultima tornata elettorale». «Un ulteriore plauso – si aggiunge nella nota – all’importante obiettivo conseguito a Cosenza dove, rispetto alle precedenti votazioni per le amministrative, la forbice che distanziava il centrodestra dal centrosinistra è stata notevolmente ridotta. La discesa in campo del collega Pino Gentile ha contribuito a raggiungere un significativo traguardo, costringendo, di fatto, il Presidente uscente, che 5 anni fa ottenne il 62%, a confrontarsi al ballottaggio. Forti di questi numeri continueremo nella battaglia che ci vede impegnati a rafforzare quel percorso di rinnovamento che vogliamo fare vivere alla nostra Calabria. Esiti più che positivi, dunque, frutto del nuovo cammino intrapreso, negli ultimi mesi, dal Pdl affinchè questo si consolidi sempre più come il grande partito dei calabresi sotto la guida del coordinatore regionale, Giuseppe Scopelliti, e del vicario, Tonino Gentile». «Risultati – conclude la nota – che rappresentano uno stimolo e ci consentono di guardare con rinnovato ottimismo ed entusiasmo ai prossimi appuntamenti che vedono protagonista il territorio».

L'assessore alle Attività produttive della Regione, Francesco Sulla, che è anche segretario provinciale del Pd di Crotone, ha diramato un testo attraverso un telegramma a Stanislao Zurlo: «Rivolgo l’augurio di un buon lavoro – afferma Sulla – ed esprimo la piena disponibilità ad una fattiva collaborazione nell’interesse superiore delle nostre comunità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?