Salta al contenuto principale

Il presidente della Provincia di Cosenza
ringrazia le comunità estere

Basilicata

Un sostegno importante e particolarmente significativo quello delle comunità estere per la riconferma del Presidente Oliverio

Tempo di lettura: 
3 minuti 27 secondi

Un sostegno importante e particolarmente significativo per la riconferma del Presidente Oliverio, che in queste ultime ore si è trasformato in centinaia di attestazioni di soddisfazione e gioia per il risultato ottenuto.
E’ quello che è venuto e continua ad arrivare da moltissimi cosentini residenti all’estero che per tutto il corso della campagna elettorale avevano voluto esprimere a Mario Oliverio la volontà a fornire il proprio fattivo contributo, seppure a distanza, per una sua nuova affermazione alla guida dell’Amministrazione.
Innumerevoli le e-mail, le telefonate, i telegrammi che sin dalla sera del 22 Giugno, a notizia della rielezione che rapidamente ha fatto il giro delle nostre comunità all’estero, sono giunti al Presidente della Provincia di Cosenza.
“Ai nostri conterranei sparsi nel mondo che hanno inteso fornire il loro apporto nelle settimane che hanno preceduto il voto, va il mio più sincero e profondo ringraziamento” afferma il Presidente Mario Oliverio, che ieri ha avuto modo di incontrare una delegazione istituzionale proveniente dal West Virginia, guidata dal senatore Michael Oliverio, in visita a San Giovanni In Fiore.
“Una partecipazione - continua Oliverio - straordinaria, che ha coinvolto familiari, parenti amici residenti in provincia, che oggi valuto con commozione quale testimonianza di condivisione ed apprezzamento non solo per la mia persona quanto piuttosto verso l’idea di governo, le azioni ed i risultati che ha prodotto, che hanno caratterizzato i cinque anni di guida di una istituzione autorevole che ha voluto allargare le sue relazioni e mantenere saldi e proficui legami al di fuori dei suoi confini, consapevole della grande ricchezza rappresentata da chi, vivendo all’estero, ha qui le proprie origini.”
“Nel corso dei giorni che hanno preceduto quelli delle elezioni- informa il Presidente Oliverio- ho ricevuto vicinanza, incoraggiamento ed anche la manifestazione concreta di un impegno che dall’estero non ha voluto mancare. Questo impegno ho tenuto sempre presente ed ha funzionato da ulteriore sprone nella mia campagna elettorale”.
“Il lavoro svolto nei passati cinque anni, continuo ed intenso- aggiunge Mario Oliverio- mi ha purtroppo impedito di realizzare un intento che è stato sempre presente nel mio animo: quello di raggiungere le nostre comunità emigrate, rinsaldare legami e dare corpo pieno alla costruzione di un ponte ancora più stabile, avanzato, nella prospettiva di reciproco e costante scambio tra la provincia di Cosenza geografica e quella ‘oltre’.
E’ molto più di frequente accaduto di incontrare amici emigrati a Cosenza. Nell’avvenire sarò felice di corrispondere ai molteplici inviti ricevuti.
E’ un impegno che assumo e che onorerò per esprimere la mia gratitudine a quanti, dal Nord America, come dagli Stati Uniti, dal Brasile, dall’Argentina, dall’Australia, dalle stessa Europa, per fare alcuni esempi, hanno mostrato di credere e sostenere un progetto che continua, e si rafforza, in direzione di crescita e sviluppo e nel quale i rapporti e le opportunità di relazioni con i Paesi ospiti dei nostri concittadini saranno uno dei capisaldi.”
“ Per questo - anticipa infine il Presidente Oliverio - così come abbiamo scritto nel mio programma sottoposto agli elettori, costruiremo, tra l’altro, progetti di cooperazione e scambio, anche utilizzando le opportunità offerte dai programma nazionali o regionali ed istituiremo un Premio ai Cosentini nel Mondo, non solo per dare un riconoscimento a singole personalità che si sono distinte in vari campi ed anche per rintracciare e riconoscere in ogni singola esperienza una storia più collettiva ed emblematica della vicenda dell’emigrazione. Progetteremo, in collaborazione con le scuole e le Università, Percorsi Formativi Integrati, Campus Transnazionali tra i nostri giovani e i giovani delle comunità cosentine all’estero. Verificheremo ancora le possibilità di un accordo con la Ellis Island Foundation di New York per la condivisione degli archivi sull’emigrazione dei cosentini verso le Americhe, in modo che ogni cittadino del nostro territorio possa rintracciare la storia dei propri antenati o congiunti emigrati verso l’America attraverso l’accesso alla banca dati della Fondazione stessa.
Definiremo, infine, in concertazione con gli operatori del settore e le relative associazioni, un Programma di Offerta Turistica indirizzato specificamente alle comunità cosentine o calabresi all’estero, così come vorremo organizzare, a cadenza annuale, la Settimana Cosentina nei Paesi a più alto tasso di presenza dei nostri conterranei".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?