Salta al contenuto principale

Scarpe cinesi altamente nocive sequestrate a Reggio Calabria

Basilicata

Oltre alle calzature contenenti cromo esavalente sono stati sequestrati prodotti di abbigliamento contenenti allergeni pericolosi per la salute e pezzi di materiale elettrico senza marchio Ce

Tempo di lettura: 
1 minuto 12 secondi

Un’operazione congiunta tra la Guardia di Finanza e i Carabinieri di Reggio Calabria, estesa su tutto il territorio nazionale, ha permesso di ritirare dal mercato nazionale un’ingente quantità di scarpe prodotte e importate dalla Cina. Si tratta di ciquemila paia di scarpe, di circa centomila prodotti di abbigliamento contenenti allergeni nocivi per la salute e millecinquecento pezzi di materiale elettrico privo del marchio di garanzia Ce. I prodotti sequestrati, secondo analisi di laboratorio, contenevano una quantità di cromo esavalente, notoriamente cancerogeno e dannoso per la salute umana, in quantità 97 volte superiore ai limiti massimi tollerati per legge. La merce è stata rinvenuta su di un camion bloccato presso il porto di Reggio Calabria da una pattuglia dell’arma. Insospettiti dalla notevole difformità tra quanto dichiarato dai documenti di trasporto e la mole di prodotti trasportati, i militari hanno fermato il mezzo e richiesto la collaborazione della Guardia di Finanza. Durante il minuzioso controllo della merce, anche a causa dell’anomalo odore che alcuni prodotti emanavano, alcuni campioni della merce sono stati inviati a laboratori di analisi che hanno dimostrato come le scarpe avessero un tasso di cromo esavalente pari a 100mg/kg, mentre il limite massimo tollerato per legge è di 3mg/kg, con conseguenze disastrose per la salute umana in quanto potente agente cancerogeno che inizialmente provoca irritazione della pelle e delle mucose, in seguito all’esposizione prolungata può causare danni permanenti agli occhi e il cancro ai polmoni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?