Salta al contenuto principale

Incendiava rifiuti speciali, un arresto a Reggio

Basilicata

Nel corso di una perquisizione veicolare e personale, i carabinieri hanno trovato un accendino, fazzoletti in carta e una tanica di benzina

Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Antonio Bevilacqua, di 60 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Reggio Calabria per raccolta e trasporto e incendio di rifiuti speciali. Bevilacqua è stato sorpreso dai carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria mentre stava dando fuoco a rifiuti speciali depositati in una discarica abusiva di circa 300 mq, all’interno della quale c'erano rifiuti solidi e ingombranti tra cui pneumatici, elettrodomestici, materiale plastico ed eternit.
Le fiamme, sfuggitegli al controllo, si erano propagate ad una vasta area di sterpaglie, minacciando il plesso scolastico Oliveto e la Comunità Vecchio Borgo.
Nel corso di una perquisizione veicolare e personale, i carabinieri hanno trovato un accendino, fazzoletti in carta e una tanica di benzina da cinque litri, parzialmente piena. A Bevilacqua è stato concesso l’obbligo della firma presso gli uffici di polizia giudiziaria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?