Salta al contenuto principale

Sarà l'anno della Cava del Sole

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 37 secondi

di ANTONELLA CIERVO
«SE sarò ancora sindaco il prossimo anno, organizzerò un cartellone di eventi di qualità spogliandolo della folla di avvenimenti che quest’anno ci ha costretti ad una stagione in cui hanno pesato i vincoli dettati dai fondi per gli eventi storicizzati». Invoca autonomia di scelte, netta distinzione fra cultura, spettacolo e sport e recupero delle tradizioni popolari del teatro dialettale. Il sindaco di Matera ha illustrato ieri i 109 eventi che fino al 30 settembre animeranno Matera. In tutto una spesa di 382 mila euro che, a detta del primo cittadino, dovrebbe lanciare l’astro di Matera finalmente al di fuori dei confini locali.
«Il successo del teatro in piazza Sedile, che avevamo avviato lo scorso anno, ci ha convinti a riproporre lo stesso modello anche quest’anno - ha spiegato.
Due gli eventi di richiamo nazionale ed internazionale. Il primo è il concerto di Claudio Baglioni, il 7 luglio e il secondo è rappresentato dall’unica data del sud Italia del concerto di Burt Bacharach e Karima, il 20 luglio.
Scenario naturale in entrambi i casi, sarà la Cava del Sole che vedrà nel 2009 il suo vero battesimo del fuoco, come conferma il primo cittadino che illustra anche altri eventi, legati per la maggior parte al cartellone del festival Duni, dove il 25 luglio si esibirà l’Orchestra della Notte della Taranta di Melpignano (ingresso gratuito); tre giorni dopo, il 28 luglio, sarà la volta di Sergio Cammariere in concerto con l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Paolo Silvestri.
«Vogliamo dare alla città un omaggio straordinario - ha aggiunto Buccico - con i fuochi pirotecnici in occasione della festa dell’Assunta a S. Pietro Caveoso. Si tratta di uno spettacolo di illuminazione scenica e piromusicale che, purtroppo è stato spostato al 17 agosto, ma che cercheremo di far coincidere con il festeggiamenti del 15. Siamo alla fine di un anno di transazione - spiega - che ci consentirà finalmente di rimodulare gli eventi con un occhio particolare verso quelli che hanno dato risalto positivo alla città, valorizzando la Cava del Sole, deprovincializzando la strada Matera- Laterza e consentendo un accesso migliore alla zona». Spazio anche ai borghi che vivranno serate all’insegna del grande cinema con un vero e proprio cartellone parallelo.
La vera scommessa è la gestione della neo struttura alle porte della città, che passerebbe attraverso un bando in vista di un partenariato con l’amministrazione comunale.
Per promuovere il territorio, il Comune starebbe studiando ipotesi di pacchetti turistici tutto compreso, così come forme di destagionalizzazione. Matera, che sta diventando meta preferita del turismo congressuale e medico, ha tutti gli interessi ad avviare iniziative e manifestazioni per periodi come febbraio e agosto.
«La logica che deve muoverci - ha proseguito il sindaco - deve allontanarsi dall’euforia dell’invenzione a tutti i costi. Bisogna pensare ad un organizzazione culturale più ampia». E sotto il profilo sportivo, Buccico ha illustrato l’ipotesi di recuperare il tracciato che era delle Ferrovie Appulo lucane tra Parco dei Monaci e Cristo La Selva come pista ciclabile.
Impegnato nella razionalizzazione delle risorse pubbliche, infine, il sindaco non si lascia sfuggire un segno di solidarietà nei confronti del ceto imprenditoriale «Subissato dalle richieste di sponsorizzazione delle associazioni sportive».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?