Salta al contenuto principale

Lamezia, alcol-test falsato da un farmaco per la tosse

Basilicata

Ha avuto la patente sospesa per guida in stato di ebbrezza, ma per il suo avvocato ha provato che ciò è stato provocato dall’assunzione del Vicks tosse

Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Ha avuto la patente sospesa per guida in stato di ebbrezza, ma per il suo avvocato è riuscito a provare che ciò è stato provocato dall’assunzione di un farmaco, il Vicks tosse, che secondo una perizia, può alterare l’alcol test. Secondo la perizia del dottore Oliva «in un uomo del peso di 74 chili l'assunzione di 40 cc di superalcolici a gradazione pari a 45% a stomaco vuoto determina un livello teorico di alcolemia pari a 0,27, mentre a stomaco pieno la stessa quantità determina un livello teorico di alcolemia pari a 0,16. Poichè l’assunzione di quantità doppie si sommano per il calcolo del livello teorico di alcolemia, otteniamo facilmente che una quantità di oltre 30 cc di prodotto al 96% di alcol determina un valore teorico di alcolemia intorno a 0,55, quindi superiore al limite legale per la guida». A seguito di ciò l’avvocato Luca Scaramuzzino ha deciso di presentare la perizia al giudice di pace di Lamezia Terme per contestare la sospensione della patente al suo assistito, un trentatreenne lametino fermato di sera dalla polizia stradale per un normale controllo e risultato positivo. L’uomo, già al momento del controllo, aveva fatto presente agli agenti di non avere bevuto ma di avere assunto un farmaco prescrittogli dal medico per uno stato influenzale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?