Salta al contenuto principale

Truffa all'Inps per 250 mila euro: 92 denunce nel Vibonese

Basilicata

anomalie sarebbero state riscontrate nel conteggio delle giornate lavorative di diversi braccianti agricoli

Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Una truffa ai danni dell’Inps è stata scoperta dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia, che hanno denunciato 92 persone.
Le indagini erano iniziate alcuni mesi fa quando, grazie alla collaborazione di funzionari dell’Inps, i carabinieri hanno notato alcune anomalie nella redazione dei moduli per il conteggio delle giornate lavorative di diversi braccianti agricoli e nei contratti di affitto di alcuni appezzamenti di terreno.
Dagli accertamenti è emerso che tutta la documentazione sospetta era riconducibile, in vario modo, ad un imprenditore agricolo di Maierato (Vv).
Tutti i contratti di affitto dei terreni agricoli concessi ai braccianti, inoltre, portavano firme non corrispondenti mai a quella del reale proprietario dei fondi.
Molti dei braccianti non sapevano neppure dove avevano prestato la propria attività o l’anno cui risaliva il loro rapporto di lavoro.
La presunta truffa sarebbe andata avanti dal 2004 al 2007 ed avrebbe consentito ai 92 indagati di incassare illecitamente dall’Inps contributi per oltre 250 mila euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?