Salta al contenuto principale

Crotone, portavano in giro un elefante, bloccati dalla Polizia

Basilicata

Portavano a "spasso" per la città un elefante indiano a scopo pubblicitario. La Polizia Stradale li notà e li blocca riportando l'animale al circo. E' successo a Crotone, a mettere in pratica la "trov

Tempo di lettura: 
1 minuto 16 secondi

Una pattuglia della Polizia Stradale di Crotone ha fermato e bloccato, stamani, un rimorchio che trasportava per le vie cittadine un elefante indiano. Si sarebbe trattato, secondo quanto sostiene l’Enpa, di «un’assurda trovata pubblicitaria ideata dai circensi del Lidia Togni per promuovere i loro spettacoli nel centro calabrese. Già nei giorni passati l'Enpa di Crotone - si evidenzia nella nota – era intervenuta presso le autorità sanitarie, il Sindaco e il Corpo Forestale dello Stato affinchè riconsiderassero le autorizzazioni all’attendamento del Lidia Togni in una zona che, secondo la Protezione Animali, è inadatta a ospitare il tendone. In mattinata numerosi cittadini hanno contattato la sezione locale dell’Enpa segnalando, scandalizzati, la trovata pubblicitaria dei circensi, che non è sfuggita neanche alla Polizia Stradale». Gli agenti, già impiegati in altri controlli, prima hanno fermato il rimorchio, poi lo hanno scortato presso il circo, dove sono in corso controlli e verifiche per accertare se il mezzo fosse autorizzato a circolare e comminare eventuali sanzioni. «Questo episodio – ha commentato il presidente nazionale dell’Enpa, Carla Rocchi – dimostra la insensibilità del mondo circense e l’assoluta noncuranza del comune sentire dei cittadini nonchè del benessere degli animali. Ci domandiamo quale possa essere stato in questa stagione e con questo clima il piacere dell’elefante,trasportato nella indecorosa maniera segnalata. Desidero ringraziare – prosegue Carla Rocchi – il comandante della Polizia Stradale di Crotone e i suoi uomini intervenuti con tempestività e, al tempo stesso, grande sensibilità, a tutela del benessere dell’animale, della sensibilità dei cittadini e del principio di legalità».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?