Salta al contenuto principale

Matera, lo strappo di DiMatera non lascia strascichi

Basilicata

L'ex fasanese si accasa a Vasto in seconda divisione

Tempo di lettura: 
2 minuti 7 secondi

di Renato Carpentieri
MATERA sopravviverà anche allo strappo di Antonio Dimatera. L’anticipazione del Quotidiano confermata dai fatti.
Il ventitreenne attaccante ex Fasano Antonio Dimatera si è accasato alla Pro Vasto, assieme al materano Adamo Digno che l’anno scorso ha contribuito alla promozione in Seconda divisione degli abruzzesi. Ieri ha tenuto banco la discussione sullo strappo del calciatore di Santeramo.
L’accordo tra il Matera e il calciatore c’era, ma nel calcio la stretta di mano vale davvero poco e per un ragazzo giovane l’occasione di andare in Seconda Divisione è troppo ghiotta per lasciarla sfuggire. In casa biancazzurra il commento è affidato alle poche parole del direttore generale Giuseppe Fragasso. «La vita va avanti. Gli facciamo gli auguri e arrivederci». Una situazione che fa chiudere ancora più di prima a riccio la dirigenza biancazzurra in merito alle trattative in corso. Perchè accordi o strette di mano serrvono a poco. C’è bisogno del nero su bianco e d’ora innanzi il Matera annuncerà solo giocatori con i quali ha già firmato l’accordo. Ieri pomeriggio in sede c’era il medico del Matera, Tommaso Calemma e sono continuate le visite mediche iniziate lunedì da Catalano e Genchi. Ieri è toccato ad Albano, Martinelli, Mirabelli e Branda. Oggi toccherà a Luigi De Santo e Clemente Giglio, entrambi del 1990. Come dire che la vita va avanti. In effetti, oltre all’under del 1991 proveniente dal sud dell’Africa, ma di nazionalità italiana e con esperienza già in serie D la passata stagione, ora l’attenzione è incentrata sul centrocampista di qualità. «Per impegni personali ci sarà domani un incontro importante-conclude Fragasso- ma non è certo l’unico. Siamo ormai perennemente in attività visto che mancano una decina di giorni al ritiro e c’è da piazzare ancora qualche colpo». Luca Minopoli del Monopoli e Leonardo Menga ex Liberty e Monopoli sono giocatorio sulla lista, ma non fanno parte del posto principe occupato da un calciatore che dovrebbe consentire al Matera di fare il salto di qualità a centrocampo. Sulla trattativa c’è un riserbo notevole e giustamente, anche alla luce di quanto è appena avvenuto.Domani ci sarà il dentro o fuori per questo atleta, ma c’è da scommettere che il Matera da questa situazione ne verrà fuori con vantaggio, perchè sul mercato esistono giocatori dello stesso livello di Dimatera, se non superiore. I matrimoni meglio sfasciarli prima di andare davanti al sacerdote, perchè i divorzi lasciano strascichi a volte insuperabili. Oggi e domani ci sarà la risposta di mercato del Matera. Perchè le pedine secondarie come Dimatera non intaccano l’asse titolare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?