Salta al contenuto principale

Potenza su Profeta e Piraccini

Basilicata

Postiglione a Milano per chiudere per 2 under

Tempo di lettura: 
3 minuti 14 secondi

di Rocco Sabatella
Oggi potrebbe essere il giorno buono per l'ufficializzazione, da parte del Potenza, di due nuovi ingaggi: si tratta di due centrocampisti giovani e molto considerati in seconda divisione. Il primo è Profeta (88), di proprietà del Catania e la stagione scorsa a Cosenza e Matteo Piraccini,classe 89, proveniente dal Cecina in serie D dove da under ha disputato 30 partite.
Fatte queste due operazioni, Postiglione e Capuano tra oggi e domani e sicuramente prima della partenza per il ritiro di Preci, prevista per domenica mattina alle 11 dal Viviani, saranno impegnati per concludere altre due trattative che riguardano il ruolo di portiere e e difensore centrale.
Il resto del mercato che dipenderà esclusivamente dalla categoria nella quale il Potenza sarà inserito, verrà affrontato subito dopo le decisioni degli organi federali in materia di ripescaggio. Perché le scelte conclusive del completamento dell'organico differiranno e di molto se bisogna disputare la prima o la seconda Divisione.
E dal momento delle decisioni su esclusioni e ripescaggi e fino all'inizio del campionato fissato per il 23 agosto, la società rossoblù avrà tutto il tempo per effettuare le scelte migliori e più opportune.
Anche in considerazione di un fisiologico abbassamento dei prezzi di ingaggio e di cartellini quando ci si avvicinerà alla chiusura delle trattative. Questo intendimento ci è stato confermato dal tecnico Capuano che è sicuramente contento del lavoro fin qui svolto in questa prima fase del mercato:
” con grande anticipo su quasi tutte le altre formazioni noi abbiamo messo a segno i colpi che avevamo preventivato e che in pratica rappresentano l’ossatura del Potenza per la prossima stagione. Con loro e con quelli che sono rimasti dalla passata stagione e che nel corso del ritiro valuteremo con attenzione, cominceremo il ritiro.
A questi dobbiamo aggiungere un portiere ed un difensore centrale per i quali contiamo di chiudere nelle prossime 72 ore in modo che possano partire con noi per l’Umbria. E qui ci fermeremo in attesa delle notizie sul campionato che disputeremo.
Per completare l’organico in maniera definitiva, poi ci occorreranno solo altre tre pedine: un altro difensore, un centrocampista ed un attaccante. Con opzioni diverse se sarà prima o seconda Divisione”.
Fin qui Capuano, molto contento perchè nel suo paese d’origine e cioè Pesopagano verrà aperto un circolo di tifosi del Potenza che porterà il suo nome e che verrà inaugurato proprio dal tecnico rossoblù. Per quanto concerne i due ruoli da coprire a breve si aspettano sempre le decisioni di Mancinelli che è a Catanzaro per rescindere il contratto con i calabresi e di Zanetti e del Foggia.
Con le alternative già pronte di Langella, di Salvatori e del gallipolino Morris Molinari. Nelle ultime ore è spuntata anche la possibilità di ingaggiare un attaccante argentino, tale Leandro Zarate, classe 84, ultima stagione nella serie A cilena con l’O Higgins.
E prima anche in Brasile con il Botafogo. A Postiglione il giocatore è stato proposto da un mediatore internazionale che è anche proprietario del suo cartellino. Ma pare che i costi per il suo ingaggio siano alquanto elevati per cui crediamo che non se ne farà niente.
Anche perchè Capuano vuole andare sul sicuro e punta su elementi che egli conosce molto bene. Allo stato attuale e a tre giorni dalla partenza per il ritiro si può anche cominciare ad abbozzare una lista di possibili convocati.
I portieri Tesoniero ed eventualmente Mancinelli , i difensori Chiavaro, Porcaro, Barbato, Patarini e Zanetti o chi per lui, i centrocampisti Frezza, Vanacore, Berardi, Berretti, Piraccini, Profeta, Nappello e D’Aguanno e gli attaccanti Catania, Aquino, De Cesare, Scardini e Sarno. Ai quali verranno aggiunti quattro o cinque elementi della formazione Berretti. Questi elementi da lunedi cominceranno a lavorare e a sudare sotto l’attenta guida di Capuano e del preparatore Andrea Santarsiero. Con la possibilità per alcuni di loro, come Sarno e Berretti, di poter cambiare squadra visto che per loro ci sono richieste da diverse società.
Rocco Sabatella

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?