Salta al contenuto principale

Al via la sperimentazione dello Sportello unico dell'edilizia

Basilicata

Un nuovo servizio utile per velocizzare le pratiche

Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

di PIERANTONIO LUTRELLI
Aprirà oggi in via sperimentale all'interno dell'ufficio tecnico del Comune di Policoro, lo Sportello unico dell'edilizia. «E' una svolta per il nostro Comune. -ha commentato l'assessore ai Lavori pubblici, Cosimo Ierone- Finalmente le pratiche che gli studi tecnici presenteranno, saranno tracciabili per via telematica e non solo, si conoscerà il nome del responsabile del procedimento, nonché i giorni di attesa per il completamento della procedura. Trasparenza, dunque, efficienza e nessun favoritismo a questo o a quello studio. Tutti i professionisti hanno pari trattamento dal nostro Ufficio tecnico. Ci tengo, inoltre, a puntualizzare, a chi diceva che lo Sportello non sarebbe mai partito, che ho risposto con i fatti. I cittadini che ci hanno votato sono gli unici nostri giudici rispetto all'operato dell'amministrazione. Con l'istituzione di tale struttura -ha proseguito l'esponente di punta della civica “Città nuova”- l'ente municipale intende realizzare un cambiamento profondo del suo ruolo, che gli consentirà di diventare attore primario nei procedimenti relativi all'attività edilizia, non solo in termini di controllo degli atti secondo le proprie competenze di livello comunale, ma anche in termini propositivi e di impulso per la conclusione dei procedimenti connessi con l'attività edilizia di Policoro». Lo Sportello unico dell'edilizia, infatti, fornirà una adeguata e continua informazione ai cittadini e agli operatori sui contenuti degli strumenti urbanistici ed edilizi, ed avrà la finalità di consentire al cittadino, mediante il rapporto con un unico interlocutore istituzionale, l'ottimizzazione dei tempi procedimentali, ma anche l'accesso ai documenti amministrativi, previa verifica dei requisiti necessari (secondo quanto previsto in materia di trasparenza e partecipazione amministrativa, ai sensi della legge 241/90 modificata dalla legge 15/2005). «Non è da poco inoltre -ha concluso l'assessore Ierone- il fatto che lo Sportello favorirà l'utenza nel rapporto con gli uffici del Comune di Policoro, curando le relazioni tra il privato, gli uffici dell'amministrazione e gli altri enti pubblici, al fine di snellire le procedure per il rilascio degli atti, offrire un servizio tecnico informativo in via preventiva, finalizzato alla verifica della conformità degli interventi da realizzarsi sul territorio alle normative urbanistiche vigenti ed al Regolamento edilizio comunale, nonché ai vincoli paesaggistico-ambientali». In questo modo, i dieci componenti dell'Ufficio tecnico comunale (sette geometri, un perito agrario e due ingegneri di cui uno è il dirigente) non saranno più presi d'assalto. Basterà lo Sportello.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?