Salta al contenuto principale

Capo Vaticano: pesca abusiva di ricci, denunciati giovani

Basilicata

I militari dell’Arma hanno sequestrato ai cinque palermitani le attrezzature, elevandoo una contravvenzione di 3000 euro e provvedendo a gettare in acqua il pescato

Tempo di lettura: 
0 minuti 22 secondi

Cinque giovani tra i venti e i trenta anni di Palermo, sono stati sorpresi da una motovedetta dei Carabinieri della Compagnia di Tropea mentre stavano pescando dei ricci lungo la costa di Capo Vaticano. I militari dell’Arma hanno sequestrato loro le attrezzature, elevato una contravvenzione di 3000 euro, dopodichè hanno provveduto a gettare in acqua il pescato, circa diecimila ricci, con la speranza che possano ritornare nel loro habitat. Questo tipo di pesca è vietata.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?