Salta al contenuto principale

Weekend maledetto in Calabria, la trappola del mare

Basilicata

Il mare calabrese in tempesta ha strappato la vita ad una donna di 69 anni. Molti i casi di rischio annegamento

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

Una donna, Maria Teresa Siciliano, di 69 anni, è morta annegata mentre faceva il bagno in mare a Montepaone Lido. La donna avrebbe accusato un malore poco dopo essere entrata in acqua ed è morta nel giro di pochi minuti. Inutili i soccorsi che le sono stati prestati da alcuni bagnanti. È intervenuto anche il personale del 118, che ha constatato il decesso della donna.
Intanto decine di persone hanno rischiato la vita mentre facevano il bagno lungo la spiaggia vibonese.
Un uomo di 32 anni, F.P., sorpreso dalle onde nello specchio d’acqua di Briatico è stato soccorso da alcuni bagnanti e dalla motovedetta della guardia costiera del porto di Vibo Valentia e trasportato all’ospedale di Cosenza, dove si trova ricoverato in rianimazione.
A Tropea, invece, nella spiaggia della Madonna dell’Isola, una turista è stata sbattuta sugli scogli da un’onda, ricoverata all’ospedale di Vibo Valentia se la caverà con 15 giorni di guarigione, soccorsa e salvata anche una donna irachena. Ferita in maniera leggera anche una bambina.
Ancora una donna, che stava facendo il bagno ad Amantea, sul tirreno cosentino, rischiando di annegare a causa delle difficili condizioni del mare, è stata salvata da un carabiniere fuori servizio.
La donna, dopo essersi immersa, non era riuscita a tornare a riva ed era stata spinta al largo. Il militare, con l’ausilio di una canoa, ha raggiunto la donna e l’ha caricata sull'imbarcazione, riuscendo poi a tornare a riva. La donna è stata poi soccorsa dal personale del 118 e portata nell’ospedale di Paola, dove è stata ricoverata perchè colpita da choc. Infine, un altro caso è stato registrato a Cetraro. Una ragazza, è stata aiutata ad uscire dal mare in tempesta grazie all'aiuto di alcuni residenti nella zona di Santa Maria di Mare. La giovane non riusciva più a rientrare a causa delle onde altissime, ma alla fine è stata tratta in salvo.
Un brutto weekend insomma quello appena conclusosi: il vento di ponente ha agitato il mare e ci sono state, quindi, decine di chiamate di soccorso.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?