Salta al contenuto principale

Corporelle, due nuovi
alla corte di Schiavi

Basilicata

Ufficializzati gli ingaggi di Tombolini e Saccoccio. Per il settore dei lunghi si trattano Puggioni e Nocioni. Si potrebbe sbloccare la trattativa per Corvo

Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

LA CENTRE Corporelle Potenza ha ufficializzato gli acquisti di Marco Tombolini e Luca Saccoccio. La dirigenza biancoceleste ha così messo due tasselli importanti nello scacchiere allenato da Marco Schiavi che potrà contare nella prossima stagione su due uomini di peso, capaci di dare un contributo costante alla squadra biancoceleste. Marco Tombolini è un play maker del 1987 che farà coppia nel roster con Simone Ginefra, nelle delicate mansioni di regista del roster lucano. Tombolini dispone di un buon repertorio, una serie di soluzioni interessanti, soprattutto sul fronte della gestione del gioco e una cifra tecnica difensiva di primo livello. L'atleta ha detto immediatamente sì alle lusinghe pervenute dal diesse Enrico Torlo e dal direttore generale Dino Viggiano. Il secondo colpo di mercato, ufficializzato ieri mattina è quello di Luca Saccoccio, classe 1982, reduce da una bella stagione con la casacca del Maddaloni dove ha dato un contributo importante alla squadra campana. Per l'esterno non ci sono stati problemi ad accettare le proposte giunte dagli operatori di mercato della Centre Corporelle Potenza che ha dunque chiuso due trattative in poche ore, fatto questo che fa ben intendere le reali intenzioni della dirigenza guidata da Antonio Colangelo. Per quanto riguarda il settore dei lunghi, dopo la conferma di Stefano Marino, i dirigenti lucani hanno puntato le proprie carte su Stefano Puggioni, ex Safisarda Porto Torres e nelle ultime ore è venuto fuori il nome di Pablo Nocioni, ex Levoni Potenza. Il gaucho, alle prese con diverse trattative potrebbe essere uno degli uomini di punta del mercato lucano. Uno tra Puggioni e Nocioni dovrebbe far parte del roster potentino nella prossima stagione, dopo le conferme di Donatello Viggiano e quella possibile di Mimmo Castellitto che potrebbe rimanere in squadra come ottavo over, dando un contributo in termini di carisma ed esperienza non indifferente, vista la classe e la tecnica sopraffina che ha sempre dimostrato di possedere. Due colpi importanti, quelli piazzati nelle ultime ore dal tandem formato da Viggiano e Torlo che dimostrano a chiare lettere gli intenti e le ambizioni di una società capace di far breccia in poco tempo tra gli operatori di mercato nazionali. Nelle prossime ore potrebbe sbloccarsi la trattativa con Pino Corvo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?