Salta al contenuto principale

Calcio, la Reggina tratta per avere Brienza

Basilicata

Nel quarto test stagionale ancora una vittoria per gli amaranto. A segno Volpi e Joelson. Novellino lo schiera titolare contro l’Aversa: un segnale sulla riconferma?

Tempo di lettura: 
4 minuti 26 secondi

di RINO TEBALA
La Reggina vince anche la sua quarta amichevole stagionale, ma non stravince contro l'Aversa Normanna, squadra di seconda divisione. Il punteggio finale è il più classico, 2-0, con rete di Volpi su rigore nel primo tempo, gol che ha sbloccato il risultato e raddoppio di Joelson nella ripresa. Nella prima parte della gara, mister Novellino ha schierato la formazione tipo, con due novità, una delle quali è stata una variante a sorpresa in difesa, Cascione centrale difensivo al posto di Lanzaro, per l'ennesima verifica. In attacco, invece, è stato schierato Brienza per la prima volta in coppia con Bonazzoli dal primo minuto ed i due si sono mossi bene anche se sono rimasti all'asciutto di gol. Sergio Volpi, infatti, continua a cantare e a portare la croce: ha diretto il gioco, fornito assist ed anche segnato per sbloccare il risultato, anche se il merito della sua marcatura deve dividerla con Barillà che entrando in area avversaria, si è procurato un fallo e quindi un calcio di rigore che il capitano ha trasformato in maniera impeccabile. Sempre nel primo tempo, Pagano ha sfiorato il raddoppio al trentesimo circa, mandando la palla a colpire la traversa con un pallonetto e con Bonazzoli al trentatreesimo con un tiro al volo, su assist di Cascione, che ha mandato la sfera sull'esterno della rete.
Nel secondo tempo, la Reggina ha cambiato poco inizialmente, ma la squadra ancora stressata dai carichi di lavoro non è apparsa molto brillante. Lo è stata di più, dopo i nutriti cambi, con le forze fresche in campo fino a segnare il gol del raddoppio con un colpo di piatto destro di Joelson, al ventottesimo. In apertura di ripresa, un tiro di Missiroli era stato deviato in angolo e lo stesso Joelson non era riuscito a concludere qualche minuto prima del suo gol. In chiusura di gara, un pallonetto di Ceravolo, su invito di Cascione, si è perso di poco alto sulla traversa.
Per Novellino è stato un test importante, anche se caratterizzato dalla fiacca per il gran caldo e per l'abbondante carico di lavoro con progressi e qualche difetto ancora in fase conclusiva a causa, probabilmente, delle gambe ancora pesanti.
Questo il tabellino dell’incontro. Reggina (4-4-2): Marino; Buscè, Cascione, Valdez, Rizzato: Pagano, Carmona, Volpi, Barillà; Bonazzoli, Brienza. Nel secondo tempo sono entrati: Kovacsik, Joelson, Lanzaro, Hallfredsson, Missiroli e Ceravolo. Allenatore: Novellino
Aversa Normanna (4-4-2): Pettinari; Pistillo, Bertoncini, Zolfo, Di Girolamo; Parisi, Selvaggi, Massimo, Prisco; Tovalieri, Chietti. Nel secondo tempo sono entrati: Del Giudice, Balestrieri, Savini, Arini, Lungo, Coquin, Perna, Iannitti, Salve, Fontana, Maraolo, Giannotta. Allenatore: Sergio.
Marcatori: 15' pt Volpi rigore, 28’ st Joelson
NOVELLINO. «Si, le gambe sono ancora pesanti, lo si è visto, l'importante è che abbiamo creato tante occasioni da gol e concesso poco in difesa. Loro non sono mai arrivati in area, Bonazzli e Brienza con un pizzico di fortuna avrebbero potuto segnare anche loro un gol. Quando si lavora molto, però, i riflessi non sono sempre pronti ed arriva prima la testa delle gambe».
Cosa è mancato pur nella positività del test, alla squadra?
«Un po' di reattività, ma gli allenamenti sono duri e può capitare anche un calo di rendimento. Inoltre, a fronte di una fase difensiva eccellente, dobbiamo concretizzare di più in zona tiro».
Giudizi su Barillà, Cascione e Brienza?
«A Barillà devo tirare le orecchie, deve imparare a chiudere le giocate. Gli esterni devono andare in gol ed a lui devo insegnarglielo bene. Cascione è qui da due giorni e si sta inserendo altrettanto bene, diamo a tutti i giocatori la possibilità di farsi valere perché in un campionato di B così lungo ho bisogno di tutti gli elementi a disposizione. Per quanto riguarda Brienza, invece, lo vedo tranquillo, è un giocatore che va aiutato e dobbiamo farlo tutti. E' anche lui un giocatore della Reggina, a mia disposizione e pertanto, lo metterò nelle condizioni di allenarsi bene. Lui, per il momento, sta rispondendo alle sollecitazioni».
NOTIZIARIO. Prima dell'amichevole pomeridiana, la Reggina ha sostenuto un allenamento abbastanza pesante anche se prevalentemente tattico. La squadra, infatti, dopo la fase di riscaldamento, ha svolto una serie di esercitazioni tattiche con mister Novellino, simulando situazioni tattiche difensive e offensive poi provate nell'amichevole contro Normanna Aversa.
Nel pomeriggio di ieri, poco prima della gara amichevole, è arrivato in ritiro il nuovo portiere Marco Cassano che si è subito allenato ai margini del campo, col preparatore dei portieri Beletelli.
MERCATO. Dopo l'acquisto del portiere Cassano, la Reggina potrebbe annunciare un altro importante elemento per la prossima stagione. Si tratta di Franco Brienza che la società sta pensando di togliere dal mercato e di confermare in coppia con Bonazzoli, in attacco. La conferma è arrivata dall'amichevole di ieri durante la quale l'allenatore Novellino ha schierato per la prima volta insieme, Bonazzoli e Brienza. Manca l'ufficialità anche se il mercato è ancora abbastanza lungo, ma se dovesse arrivare anche la conferma della società, la Reggina potrà dire di avere quasi completato la rosa della prossima stagione, anche se c'è da ufficializzare la cessione di Puggioni che probabilmente, sceglierà Brescia piuttosto che Piacenza. In questo caso la Reggina potrebbe arrivare a Zoboli o Rispoli, difensori delle rondinelle, mentre è ancora da decidere la cessione di uno degli attuali difensori tra Lanzaro e Valdez, perché è atteso in ritiro il difensore danese Troest proveniente dal Genoa. In lista di trasferimento potrebbero esserci anche Cascione, Hallfredsson e Joelson a cui è interessato lo stesso Brescia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?