Salta al contenuto principale

Fondi Por: due milioni di euro
per le infrastrutture calabresi

Basilicata

Vertice stamani sullo stato di attuazione dei fondi Por per la parte che riguarda il settore infrastrutturale

Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi

Una dettagliata analisi sullo stato di attuazione dei fondi Por per la parte che riguarda il settore infrastrutturale è stata effettuata questa mattina a Catanzaro, nella sede della Giunta regionale, a Palazzo Alemanni.
Nel corso dell'incontro, coordinato dal presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, sono stati affrontati i principali progetti legati al territorio catanzarese.
Si è parlato infatti dei collegamenti ferroviari all’interno del Capoluogo, della mobilità interna, delle infrastrutture di servizio e della logistica della città. All’incontro hanno partecipato l’assessore ai Lavori pubblici Luigi Incarnato (in foto), il dirigente generale ai fondi comunitari Salvatore Orlando, il segretario generale della Regione Nicola Durante, i dirigenti del dipartimento regionale ai Lavori Pubblici Roberto Sabatelli e Luigi Zinno e il capo di gabinetto Michele Lanzo.
Presenti anche il presidente della Provincia di Catanzaro Wanda Ferro, l’assessore comunale di Catanzaro, con delega alla mobilità, Roberto Talarico e il dirigente all’Urbanistica del comune catanzarese, Biagio Cantisani. L’incontro – si fa rilevarec – è servito essenzialmente a monitorare la situazione delle opere infrastrutturali dalla Regione e del Catanzarese, i relativi tempi d’attuazione e l’impegno di spesa.
Sono stati affrontati vari nodi legati al territorio, tra cui il pendolo ferroviario, uno dei progetti più importanti per dare un profilo più funzionale in termini di collegamento al capoluogo di Regione.
E' stato l’assessore Incarnato a ricordare che la Regione ha inteso puntare in maniera strategica al nuovo ruolo policentrico di Catanzaro, grazie alla ridefinizione dell’area di Germaneto che sarà collegata a tutte e cinque le province catanzaresi. «Ci sono alcune scelte che sono strategiche e non appartengono a questo o a quel territorio – ha dichiarato il presidente Loiero, - ma a tutta la Calabria. Mi riferisco all’asse Catanzaro-Lamezia e al Porto di Gioia Tauro, ma anche alla cittadella della Regione, che noi simbolicamente abbiamo chiamato la casa di tutti i calabresi.
Noi ci crediamo davvero – ha aggiunto – una struttura che superi la frammentarietà di questi anni, in cui tutto è apparso episodico, atomizzato, con spese inaccettabili per la Regione. Adesso, invece, – ha concluso – si sviluppa un’opzione infrastrutturale strategica per tutta la Calabria, un progetto che portiamo avanti anche con le province per essere insieme protagonisti di questo nuovo sviluppo».
In totale si aggira sui 2 miliardi di euro la cifra messa a disposizione dalla Regione per le infrastrutture calabresi. «Risorse – ha dichiarato il dirigente ai Por, Salvatore Orlando – di cui non stiamo lasciando un solo euro». Il presidente della Provincia Wanda Ferro – è scritto nella nota – ha condiviso il profilo strategico che la Regione ha disegnato sulle opere infrastrutturali calabresi ed ha elogiato la tempestività con cui si sta procedendo nella definizione e la messa in atto degli stessi progetti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?