Salta al contenuto principale

Ad Innsbruck 'Calabrientage', mercatino
della gastronomia calabrese

Basilicata

Dal 3 al 7 agosto ad Innsbruck (Austria) si svolgerà l’ottava edizione della manifestazione 'Calabrientage', organizzata dall’Associazione 'Donne e Futuro' di Lamezia Terme

Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

Un'iniziativa 'Calabrientage', diventata ormai un appuntamento fisso per gli abitanti tirolesi che frequentano sempre più numerosi il 'mercatino calabrese'.
«Il successo – dichiara Karin Maria Faistnauer Catanese, presidente dell’associazione 'Donne e Futuro' che organizza l'evento – dipende sicuramente dalla varietà di proposte che fanno conoscere quella Calabria autentica, genuina, bellissima, che spesso neanche i suoi stessi abitanti conoscono.
In questi anni i visitatori sono stati tantissimi, autorità politiche, religiose, esponenti di spicco dello sport e dello spettacolo e perfino numerosi turisti, tutti entusiasti dalle nostre proposte».
«Visitando il nostro mercatino – prosegue – ci si immerge in un’atmosfera calabrese con i variopinti colori che sono i prodotti che vanno ad Innsbruck: antipasti, olio e vino, il miele, gli alberi di frutta come arancio, limoni, mandarini, olivi, albicocche, fichi, ma anche vimini, ceramiche, tessitura, lampade antiche di rame. Poi, naturalmente, la Calabria, una regione piena di fascino, tutta da scoprire, perchè ancora oggi senza turismo di massa».
«A Innsbruck – afferma la presidente di 'Donne e futuro' – sono molto apprezzate le attività che l’Associazione porta avanti con le donne zingare e vengono sfogliati volentieri gli album dei disegni e delle foto che raccontano la vita insieme. Quest’anno saranno esposti anche i piattini di vetro e le scatolette dipinte nell’ambito di un progetto di formazione per adulti che abbiamo svolto ma anche le magliette stampate con i disegni arcaici e l’oggettistica di rame e latta realizzata ancora da qualche artigiano zingaro».
«Quest’anno la manifestazione – conclude Karin – si è potuta organizzare grazie al contributo della Coldiretti Calabria, che già da diversi anni ha preso a cuore le attività dell’Associazione. Abbiamo anche la collaborazione dell’Unione regionale bonifiche Calabria e del Centro sevizio volontariato di Catanzaro. Per noi che partiamo, nonostante i sei giorni di lavoro sodo dalle 9 alle 24, è sempre un’occasione bellisima per allacciare rapporti con l’estero, per far conoscere la nostra città e per poter andare avanti sempre meglio con le nostre attività».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?