Salta al contenuto principale

Santa Severina, scuola estiva per i figli dei rifugiati

Basilicata

L’iniziativa sarà presentata martedì alle ore 17.00 presso la Sala Incannicciata del Castello Carafa ed è stata organizzata in collaborazione con la Ingrid Betancourt Foundation

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Una scuola speciale sarà allestita questa estate a Santa Severina, nel crotonese, a favore dei figli dei rifugiati. Gli studenti interessati della "Summer Peace University" organizzata dall’Istituto Superiore Calabrese di Politiche Internazionali in collaborazione con la Ingrid Betancourt Foundation, sono dieci. L’iniziativa sarà presentata martedì alle ore 17.00 presso la Sala Incannicciata del Castello Carafa di Santa Severina, amministrazione promotrice dell’iniziativa insieme alla Provincia di Crotone. Saranno presenti il Sindaco del borgo di Santa Severina il Bruno Cortese, l’Assessore alla Cultura della Provincia di Crotone Diodato Scalfaro, l’Assessore alla Cultura del Comune di Crotone Silvano Cavarretta e il Presidente dell’Iscapi, Salvatore La Porta. L’accordo con la Fondazione Ingrid Betancourt, l’Iscapi e la Regione Calabria si è concretizzato dopo un incontro tra La Porta e Angelini, Consigliere Speciale del Presidente Betancourt, nell’ambito del Summit dei Premi Nobel svoltosi a Parigi nel mese di dicembre 2008. In occasione della Summer Peace University gli studenti – figli di rifugiati politici, provenienti da diverse parti del mondo – saranno ospiti in Calabria dal 2 agosto fino al 24 ottobre, e il loro soggiorno sarà suddiviso tra le Scuole della Sapienza di Santa Severina, Fuscaldo, Cosenza e Spilinga.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?