Salta al contenuto principale

I carabineri arrestano "la scimmia". Il pregiudicato
tenta la fuga salendo sui tetti

Basilicata

Un pregiudicato tenta la fuga saltando fuori dalla finestra e salendo sui tetti delle case vicine. Alla fine Catello Amoroso, 36 anni, alias "la scimmia" è stato arrestato dai carabinieri di Scalea e

Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

I carabinieri della Compagnia di Scalea, in collaborazione con i colleghi di Castellammare di Stabia, hanno arrestato Catello Amoroso 36 anni, alias «la scimmia», già noto alle forze dell’ordine. L'arresto è avvenuto al termine di un pittoresco inseguimento sui tetti di alcuni palazzi. L’uomo era ricercato da maggio per scontare una condanna a un anno sette mesi e 26 giorni per inosservanza degli obblighi di sorveglianza speciale cui era sottoposto. L’uomo è stato rintracciato in un appartamento al quarto piano di una palazzina, ma quando i carabinieri sono entrati ha tentato nuovamente la fuga lanciandosi da una finestra-balcone e salendo sui tetti delle case vicine, ad un’altezza di circa 15 metri, aiutato da conoscenti presenti al momento dell’arrivo dei carabinieri e che sono stati arrestati per favoreggiamento. Amoroso è stato comunque bloccato e arrestato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?