Salta al contenuto principale

Matera ko, Pisticci e Francavilla pareggiano

Basilicata

Una domenica di test per le tre squadre di serie D di Basilicata

Tempo di lettura: 
5 minuti 21 secondi

FOSSOMBRONE1MATERA0
FOSSOMBRONE: Veri, Laurini, Bertozzini, Panisson, Cenciarini, Faieta, Montanari, Paradisi, Cecchini, Santucci, Del Signore/Azzolina, Varoli, Bevoni, Duranti, Cipolla, Buffone, Fabbri, Pontini, Antonelli, Menconi. All. Omiccioli
MATERA Cottet, Milzi, Scudieri, Leta, Martinelli, Bartoli, Carretta, Mazzoleni, Albano, Campo, Genchi/Dimola, Catalano, Palladino, Logrieco, Conte, Salemme, Diop, Franceschi, Ancora, Branda, Carità, Giglio. All. Giusto
Rete: 28' st Bertozzini
Arbitro: Taioli di Cesena
Primo stop del Matera della gestione-Pino Giusto. Il Fossombrone passa con una rete nella ripresa messsa a segno da Bertozzini. C'è stata una punizione del Matera mal gestita e palla persa con conseguente contropiede e pallone al centro dove il giocatore del Fossombrone di piatto ha messo alle spalle di Cottet. Il Fossombrone, matricola marchigiana al lavoro da pochi giorni, è sembrato più brillante del Matera che invece è nel clou della preparazione.
«Nelle gare di precampionato non è importante vincere ma vedere all'opera varie situazioni.
Non era importante la vittoria col Monopoli e non conta questa sconfitta con il Fossombrone. Abbiamo un programma da portare avanti-afferma il tecnico del Matera, Pino Giusto-e non possiamo guardare alle gare amichevoli. La squadra in mattinata ha lavorato tanto e quando le gambe non rispondere non c'è molto da fare». Il tecnico, inoltre, ha provato un undici di partenza diverso con Leta a fianco di Mazzoleni.
«Siamo qua per provare tante cose, inoltre anche stavolta nella ripresa ho cambiato tutto perchè è giusto che l'intero gruppo possa giocare.
Non possiamo guardare che al lavoro, certo se poi vengono pure i risultati è tanto meglio.
Stavolta il Fossombrone ha vinto, ma personalmente dovevo vedere delle cose che in fondo mi sono pure piaciute».
Gino Carrera fa eco al tecnico, ma aggiunge. «C'è stato pure un gol di Diop annullato, ma non voglio commentare la gara perchè erano di fronte una squadra che ha cominciato da pochi giorni, quindi più brillante, e un'altra che è nel momento cruciale. Purtroppo il programma delle amichevoli non può variare.
Anzi, a tal proposito torneremo in campo col Real Montecchio domani e poi giovedì con il Rio Sasso, squadra di Eccellenza marchigiana attrezzata per un torneo di vertice. Ma queste gare non faranno variare il lavoro al preparatore atletico. Dobbiamo prepararci alla Coppa Italia ed al campionato e per farlo bisogna mettere lavoro in cascina per quando serviranno le energie». Per la cronaca il capitano Martinelli è uscito per affaticamento già nel primo tempo.
r.carpentieri@luedi.it

FRANCAVILLA - Prima uscita stagionale per la formazione di mister Lazic. Un test amichevole, quello contro gli omonimi del Francavilla Fontana, che ha dato buoni segnali al tecnico serbo, che al termine del match si è detto abbastanza soddisfatto della prova offerta dai suoi in campo. Gara, che ha visto le due squadre, confrontarsi a viso aperto e senza esclusione di colpi, visto che gli interventi di gioco non sembravano affatto quelli del calcio di Agosto. Del Prete e compagni, hanno subito messo in mostra una buona condizione atletica, con molto pressing sui portatori di palla avversaria. Dal canto loro, i ragazzi allenati da mister De Rosa, che sono in ritiro a Chiaromonte, hanno mostrato una buona organizzazione di gioco, soprattutto nell'azione del vantaggio al 27', con un contropiede micidiale, guidato dal laterale De Tommaso, che saltando in dribbling un avversario, ha servito un ottima palla all'attaccante Nicoletti, che ha depositato la palla alle spalle dell'estremo difensore Di Vincenzo. I sinnici a questo punto, cercano la reazione, ma l'imprecisione la fa da padrona, con il centrocampista Manzillo, che cerca la conclusione da fuori area. Il Francavilla Fontana, forte del vantaggio, cerca di chiudere i conti con De Tommaso, che al 40' su calcio piazzato, fa gridare al goal, ma il portiere Di Vincenzo si supera, deviando la sfera a lato. La prima frazione di gioco termina con il vantaggio ospite. La ripresa, inizia con i padroni di casa subito pericolosi al 55' su calcio piazzato di Di Senso, che impegna il portiere pugliese Fiorentino in deviazione. Un minuto dopo, i ragazzi di Lazic, si rendono ancora pericolosi, questa volta con l'attaccante Del Prete, che calcia al volo un ottima palla, che viene deviata in angolo dal portiere biancazzurro. Al 58' il portiere Di Vincenzo, sicuramente uno dei migliori in campo dei rossoblu, si esibisce in un doppio intervento, prima sul tiro del francese Lamine, e poi nuovamente sulla conclusione di D'Amaro. Entrambe le conclusioni erano abbastanza ravvicinate. Al 59', i padroni di casa raggiungono il pareggio grazie ad un tiro di Di Senso, dal limite dell'area, con la palla che si insacca a metà altezza alle spalle dell'incolpevole Fiorentno. Al 68' ancora protagonista il portiere Di Vincenzo, che si mette in mostra in due ottimi interventi su tiro di Schirinzi, che sulla respinta, ritenta la conclusione, ma ancora Di Vincenzo è bravo a negarli la gioia della rete. La gara termina così, sul risultato di 1-1. Da segnalare nel Francavilla, l'esordio nella ripresa del nuovo arrivato Di Giorgio, il difensore subentra al posto di Gioia.
Claudio Sole

CASARANO1PISTICCI1
CARARANO- Leopizzi; Fazio, Palma, Stendardo,Serao, Calabro, Palazzo, Villa, Caracciolo, Presicce, D'Anna/ Wanderson, Rocco, Miccolini, Segrì, Bonqassini, Contino, Censarelli, Bianca, Dell'Anno, Lombardo. All. Bianchetti
PISTICCI Marino; Carangelo, Polichetti, Guarino, Di Maria, De Biasi, Grieco, Fortunato, Lupacchio, De RTosa, Truglio/Maida, De Nittis, Angiò, Farinola, Armento, Lavecchia. All. Valente
Reti: 35' pt Villa; De Rosa 40' st De Rosa

RIFREDDO (PZ)-E' subito De Rosa. Il gol del pareggio dei gialloblè arriva su punizione battuta da Fortunato dalla trequarti, colpo di testa di De Rosa, anzi “spizzata” vincente che mette il sigillo al pareggio. Per il Casarano a metà del primo tempo il gol del vantaggio era stato siglato dal “mitico” Villa, uno della cosiddetta vecchia guardia che l'anno scorso ha timbrato in positivo la promozione del Casarano dall'Eccellenza alla serie D. Di fronte due matricole, ma di costruzione e dimensione completamente diversa. Il Pisticci punta alla salvezza, mentre il Casarano ad un campionato di vertice con il ritorno nei professionistio nel mirino. «Non è un test attendibile-afferma il tecnicvo del Pisticci, Antonio Valente-perchè la serie D è una dimensione diversa dall'Eccellenza. I ragazzi hanno invece interpretato la partito come una gara dell'anno scorso. Una fase difensiva dignitosa, ma non c'è continuità. Dobbiamo lavorare parecchio e inserire ancora qualche pedina. Non è ancora arrivato Ferrentino, ma un difensore centrale ci aiuterebbe parecchio. In merito al Casarano, posso solo affertmare che è una grande squadra. Gli under non si distinguono e ci sono giocatori di grande qualiutà sia in difesa che negli altri due reparti».
r.carpentieri@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?