Salta al contenuto principale

Reggina, ritorno al Sant’Agata

Basilicata

Resta aperta la questione dell’attaccante se parte Ceravolo ne arriva un altro. Primo allenamento degli amaranto dopo la conclusione del ritiro

Tempo di lettura: 
2 minuti 35 secondi

di RINO TEBALA
Grande euforia ed accoglienza calorosa per la Reggina al Centro di Sant’Agata.
Ieri, all’arrivo della squadra per il primo allenamento in sede dopo il ritiro di Roccaporena, ad attendere i giocatori c’erano centinaia di tifosi festosi. Applausi per tutti, in particolare per mister Novellino (in foto), e pacche sulle spalle, con cori d’incoraggiamento.
La nuova Reggina parte sotto i migliori auspici. Saluti di ben ritrovato a Bonazzoli che ha ripreso a firmare autografi, saluti di benvenuto anche per i nuovi, Cassano, Buscè, Rizzato, Pagano e soprattutto Volpi che ha già vestito i panni di leader di una squadra che accontenta tutti. Il tecnico, che potrà trattenere il fantasista Brienza, giocatore di suo grande gradimento, ma è stato anche accontentato nelle altre scelte: da Volpi, appunto, suo beniamino, a Bonazzoli che in coppia con Brienza potrà garantire un ottimo potenziale offensivo per la B. Novellino è anche contento per il bel centrocampo dove potrà avvalersi anche della classe di Carmona e per la spinta sulla fasce che giocatori come Buscè e Pagano da una parte, Rizzato e Brienza dall’altra, potranno garantire. Contento anche del nuovo portiere, Cassano, caldeggiato alla società ed ottenuto pochi giorni fa.
Nel complesso è una compagine altamente competitiva in B, sicuramente la più omogenea e completa per il 4-4-2 voluto dal trainer, tra le più forti se non la favorita assoluta nella promozione. La squadra amaranto non può sbagliare proprio niente e Lillo Foto, questa volta, ha voluto che nulla fosse affidato al caso. Pertanto, se da un lato il ‘diesse’ amaranto Martino parla di mercato chiuso per la Reggina, dall’altro, lo stesso allenatore e il presidente, preferiscono riservarsi ancora qualche colpo per potenziare alcuni ruoli.
Il primo riferimento è alla difesa, dove Novellino vedrebbe di buon occhio l’arrivo di un centrale e della fascia sinistra dove si potrebbe anche ottenere qualche elemento che sia in grado di dare un supporto in più alla squadra.
Non a caso, la Reggina sembra ancora interessata a Zoboli (28) e Gorzegno (28) del Brescia, due elementi non facili da ingaggiare ma che la società segue ancora. Uno per la difesa, l’altro per la fascia sinistra.
E ci sarebbe ancora qualcosa da limare in attacco, ma solo se Ceravolo dovesse essere ceduto. In tal caso, uno tra Di Gennaro del Gallipoli, Mastronunzio dell’Ancona o Cacia del Lecce, potrebbe ancora arrivare per rendere ancora più robusto un organico che fa paura all’intera serie B.
Reggina al completo, quindi, pronta a ripartire, ma con qualche piccola limatura ancora da effettuare. Presidente, direttore e allenatore hanno lavorato in perfetta sintonia, adesso resta solo la verifica sul campo, prima nelle gare ufficiali di Coppa Italia, ormai imminenti e subito dopo in campionato, in questo caldo, infuocato ma atteso mese di agosto.
Una Reggina che ha un unico obiettivo dinanzi a se, quello di cercare di arrivare alla promozione in serie A e lo può fare attraverso una grande determinazione da parte di tutti, squadra, tecnico e ambiente. Novellino ha dalla sua una buona squadra che aspetta qualche altro tassello di qualità per diventare un organico imbattibile.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?