Salta al contenuto principale

La Regione stanzia sei milioni di euro per gli alunni disabili

Basilicata

Si tratta delle azioni finanziate dal Por Fesr Calabria e dal Por Fse 2007/2013 per favorire l’integrazione degli alunni disabili nel sistema scolastico

Tempo di lettura: 
3 minuti 46 secondi

Sei milioni e mezzo di euro a favore dell’integrazione degli alunni disabili: è la cifra complessiva destinata dal Dipartimento regionale a una serie di azioni – previste negli avvisi pubblicati nel Burc del 31 luglio scorso e consultabili su Internet all’indirizzo www.regione.calabria.it/istruzione link Scuola e Disabilità - rientranti nel Programma di intervento 2008/2010 e delle quali sono beneficiari gli enti locali e le scuole e destinatari gli alunni disabili.
Si tratta delle azioni finanziate dal Por Fesr Calabria e dal Por Fse 2007/2013 per favorire l’integrazione degli alunni disabili nel sistema scolastico, garantendo l'effettivo esercizio del diritto allo studio, anche con riferimento ai programmi extracurriculari, al fine di una loro completa inclusione nella vita sociale e lavorativa.
«I disabili sono una risorsa – ha sottolineato il vicepresidente della Giunta Domenico Cersosimo (in foto) – e la Regione ha avvertito il dovere di creare le condizioni per una loro effettiva inclusione non solo nella scuola, ma anche nella vita sociale e lavorativa». «Le azioni poste a base dei due avvisi pubblicati in questi giorni – ha aggiunto Cersosimo – necessitano dell’impegno attivo e congiunto dei Comuni e delle istituzioni scolastiche per la predisposizione di progetti in grado di favorire una migliore accessibilità dei ragazzi disabili alle strutture scolastiche, ma anche una loro più intensa partecipazione alle attività didattiche attraverso l’utilizzo di nuove ed appropriate tecnologie, in modo da ridurre al minimo i disagi e i rischi dell’abbandono e della interruzione degli studi.» Alcune delle azioni previste nel primo dei due bandi pubblicati dalla Regione hanno per obiettivo l’incremento degli strumenti e delle attrezzature da destinare a supporto degli alunni disabili delle scuole statali primarie e secondarie di primo grado, attraverso la concessione ai Comuni di contributi per l’acquisto e/o la sostituzione di scuolabus e miniscuolabus obsoleti o inquinanti per il trasporto di alunni con disabilità. Con i contributi che saranno erogati i Comuni potranno anche provvedere all’adeguamento degli scuolabus e miniscuolabus che fanno già parte della loro dotazione per consentire il trasporto degli alunni disabili. I Comuni beneficiari del contributo regionale potranno inoltre acquistare attrezzature specialistiche, arredi per la mensa, per la palestra ecc., specificamente finalizzate ad agevolare l'inserimento scolastico di alunni con disabilità. A carico dei Comuni è previsto l’obbligo di predisporre un apposito progetto con l’indicazione dei fabbisogni, delle risorse logistico-tecnologiche e finanziarie necessarie alla sua realizzazione, delle attività programmate dalle istituzioni scolastiche coinvolte in favore degli alunni diversamente abili.
BENEFICIARI
Possono presentare la richiesta di contributo i Comuni calabresi montani, singoli e associati, e le Comunità montane della Calabria. Nel caso di richieste presentate da più Comuni associati, referente della Regione sarà l’amministrazione pubblica capofila sulla quale graverà la responsabilità della gestione e della corretta e oculata utilizzazione dell’intero contributo assegnato. La dotazione finanziaria prevista nell’avviso pubblico per la concessione di contributi ai Comuni che favoriscono l’accessibilità dei disabili alle strutture scolastiche e la partecipazione alle attività didattiche degli alunni disabili è di 4 milioni e 500 mila euro, di cui 3 milioni e 500 mila provenienti dal Por Fesr 2007/2013 e un altro milione di euro proveniente dal Por Fse Calabria 2007/2013. L’altro bando pubblicato dalla Regione Calabria riguarda, invece, la realizzazione di progetti orientati al miglioramento dei livelli qualitativi dell’offerta formativa ed educativa rivolta agli studenti disabili al fine di prevenire l’abbandono degli studi. Infatti, tra gli obiettivi del bando c'è anche quello di sostenere gli alunni disabili nella continuità scolastica per ridurre i casi di interruzione degli studi che si verificano generalmente al termine della scuola dell’obbligo. Attraverso questo avviso pubblico la Regione intende motivare gli insegnanti a progettare e realizzare attività didattiche di attivo coinvolgimento degli studenti disabili nell’apprendimento, ma anche stimolare la formazione di reti di insegnanti (di sostegno e non) appartenenti anche ad istituti diversi che intendano interagire per la realizzazione di specifici progetti destinati ai disabili. I progetti potranno essere presentati dalle istituzioni scolastiche statali calabresi di ogni ordine e grado e devono essere proposti da almeno due istituti scolastici tra loro in rete, uno dei quali svolgerà le funzioni di capofila. I soggetti partecipanti avranno l’obbligo di realizzare il progetto in collaborazione con i Centri territoriali di supporto per l’handicap della provincia di appartenenza. Gli istituti scolastici possono realizzare il progetto in collaborazione con associazioni senza fini di lucro, Fondazioni operanti in settori socio-educativi e con competenze ed esperienze nell’ambito della disabilità, istituzioni scolastiche paritarie ed enti pubblici di ricerca. La dotazione finanziaria prevista in questo secondo avviso pubblico ammonta a due milioni di euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?