Salta al contenuto principale

Loiero sui Fas: "Basta con i rinvii"

Basilicata

"Il Governo – ha affermato Loiero – non può avere scuse per rimandare la decisione e assegnarci ciò che ci è dovuto e che serve alla nostra economia"

Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

«Con pazienza e collaborazione abbiamo sempre risposto ai chiarimenti del Governo sul 'Par Calabria' 2007/2013, anche nella riunione tecnica tutto è andato per il meglio. Altri rinvii non sono giustificabili».
Così il presidente della Regione Loiero, ha commentato il risultato dell’incontro che si è tenuto ieri a Roma, nella sede del ministero dello Sviluppo Economico, tra i rappresentanti di vertice degli uffici dei due enti.
Il dirigente generale della Programmazione, Salvatore Orlando, ha illustrato ai colleghi del ministero dello Sviluppo Economico l’aggiornamento della delibera della Giunta regionale della Calabria, che il 31 marzo scorso aveva approvato il Par 2007/2013, che già a giugno era stata oggetto di alcune osservazioni governative, rivolte esclusivamente alle azioni 'cardine', sulle quali era stata chiesta una maggiore descrizione di dettaglio.
I tecnici del ministero dello Sviluppo Economico hanno preso atto della positiva modifica su gran parte dei punti oggetto delle osservazioni.
L’accordo impegna la Regione Calabria ad inviare entro questa settimana il Par 2007/2013 con le ultimissime integrazioni già concordate. Nel corso della riunione è stata focalizzata l’attenzione anche sulle azioni previste dalla Giunta regionale, con i fondi strutturali ed il Fas, per il potenziamento e la competitività del sistema produttivo calabrese e delle modalità di integrazione con i programmi nazionali «Industria 2015» e «Pon Ricerca e Competitività».
«Il Par Calabria 2007/2013 è a posto ed è nelle condizioni di essere approvato. Il Governo – ha affermato infine Loiero – non può avere scuse per rimandare la decisione e assegnarci ciò che ci è dovuto e che serve alla nostra economia, come era già stato definito da precedenti atti ed accordi. Ci aspettiamo una rapida e positiva decisione del Cipe».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?