Salta al contenuto principale

Per i dipendenti Vallecrati
il pagamento di una mensilità

Basilicata

Una soluzione temporanea per i 400 dipendenti dell'azienda che si occupa della raccolta rifiuti a Cosenza e in provincia

Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Dopo l'ennesima protesta i dipendenti della Vallecrati possono tirare un piccolo sospiro di sollievo.
La Equitalia ha reso noto questa mattina che consentirà l’utilizzo di una parte dei fondi, versati dai comuni consorziati e pignorati, per il pagamento di una mensilità arretrata, sulle tre vantate dai dipendenti.
Questo avverrà già nella mattinata di domani, espletate oggi le procedure burocratiche.
E dopo la dura protesta di ieri dei dipendenti, che erano arrivati a bloccare per ore l’autostrada Salerno-Reggio Calabria all’altezza di Rende, stamattina avevano ripreso il sit in nei pressi dello svincolo autostradale di Cosenza Nord-Rende, intenzionati a salire nuovamente sull'autostrada.
Ma l’arrivo della buona notizia ha per il momento calmato gli animi e portato all’interruzione del blocco. I dipendenti della Vallecrati, unitamente alle organizzazioni sindacali, rendono noto comunque che la protesta non può dirsi conclusa. Passati questi giorni di festa e di vacanza, torneranno in piazza perchè anche gli altri stipendi siano sbloccati e soprattutto perchè si faccia in modo che non si perda neanche un posto di lavoro, vista la richiesta di fallimento del consorzio avanzata dalla Procura di Cosenza, che sarà discussa in tribunale a metà settembre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?