Salta al contenuto principale

Il Cosenza 1914 riprova con Ginestra

Basilicata

Oggi pomeriggio la ripresa degli allenamenti, giovedì sera la tradizionale festa a Mangone. Preso il portiere Pinzan. Il dg Mirabelli: «Sull’attaccante aspetto risposte»

Tempo di lettura: 
2 minuti 46 secondi

di ALFREDO NARDI
Andrea Pinzan (in foto), 30 anni, friulano come il grande Dino Zoff, è il nuovo portiere del Cosenza. L’estremo difensore ha firmato ieri pomeriggio presso un noto hotel di Rende un contratto annuale. Pinzan ha esordito nel calcio che conta con la maglia della Triestina, ottenendo con la stessa ben due promozioni consecutive dalla C2 alla serie B tra il 2001 e il 2003. E proprio fra Trieste e Perugia (in serie C1) ha vissuto le sue stagioni migliori. In B ha totalizzato 60 presenze in tutto, mentre in C1 ne ha infilate 74. Nel 2007 è poi passato al Grosseto e a febbraio 2009 al Sassuolo, sempre in serie B. Ora è pronto a iniziare la sua nuova avventura a Cosenza. Oggi la presentazione ufficiale.
Con l’arrivo di Pinzan, che rimpiazzerà l’infortunato Ugo Gabrieli, tornato al Lecce, il dg Mirabelli ha dunque regalato a Toscano un atleta d’esperienza per la porta rossoblù confermando la tradizione delle ultime due stagioni con Stefano Ambrosi. L’ex pipelet silano ieri era a Cosenza per sbrigare alcuni affari personali e si è poi recato in visita ai dirigenti rossoblù impegnati con il contratto di Pinzan. Tra i due portieri c’è stato l’ideale passaggio delle consegne con una stretta di mano.
Il mercato del Cosenza, comunque, non è finito qui. Ieri il dg Mirabelli ha tenuto a specificare al riguardo un concetto importante. «Sento voci in giro secondo le quali noi staremmo cercando un puntello per la difesa. Nulla di più falso, il pacchetto arretrato sta bene così com’è. Piuttosto, come abbiamo ripetuto più volte, ci serviranno un centrocampista e un attaccante. E presto saranno a disposizione di Toscano».
E i tifosi cosentini non dovranno attendere molto: il momento clou si avvicina. Lunedì prossimo, infatti, dopo la partita di Ferrara, il dirigente rossoblù volerà a Milano e chiuderà per le due pedine mancanti che quindi saranno a disposizione di Toscano per l’esordio interno con il Pescina, il prossimo 30 agosto. I nomi? Top secret. Di certo c’è, però, che la trattativa per portare a Cosenza Ciro Ginestra non sembra affatto arenata. «E’ vero - dice Mirabelli - aspetto ancora delle risposte. Vedremo nei prossimi giorni. Ma noi in ogni caso siamo pronti. La prossima settimana si chiuderà, con Ginestra o con un altro attaccante. Russo? Anche quella è una pista percorribile, ma ce ne sono tante altre». L’impressione è che alla fine possano arrivare due rinforzi i cui nomi non sono mai stati pubblicizzati. Con Mirabelli è quasi sempre stato così. Così come è possibile che, nonostante le dichiarazioni, alla fine possa arrivare anche un difensore.
La squadra, intanto, riprende oggi a lavorare al Sanvitino. Toscano ha praticamente tutti a disposizione, ma il punto sulle condizioni dei singoli si farà solo dopo la seduta odierna che apre la settimana di allenamenti in vista dell’esordio di domenica a Ferrara contro la Spal.
FESTA A MANGONE.
Si rinnova l’appuntamento estivo organizzato dal club “Francesco Merenda”. Giovedì sera alle 20 presso i campetti comunali sottostanti il Municipio di Mangone si terrà infatti la “XVII Giornata Rossoblù” alla presenza di una rappresentanza di dirigenti e squadra del Cosenza Calcio. Funzioneranno stand gastronomici con prodotti tipici locali. Un complesso di musica leggera allieterà la serata.
BIGLIETTI PER FERRARA.
Sono 700 e si possono acquistare fino alle 19 di sabato presso il Cosenza Store al costo di 12 euro più diritti di prevendita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?