Salta al contenuto principale

Crotone si organizza per la "Borsa
turistica della Krotoniade"

Basilicata

Nei locali dell'aeroporto Pitagora, l’incontro per programmare una più efficiente politica del turismo e per l’organizzazione della Borsa Turistica della Krotoniade

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Si è tenuto, nei locali dell’aeroporto «Pitagora» di S. Anna, un incontro al quale hanno partecipato per il comune di Crotone con l’assessore all’identità Silvano Cavarretta (in foto), l’assessore alla normalità Danilo Arcuri, l’assessore alla Produzione, Domenico Mazza e il consigliere comunale Francesco Pesce, per la provincia di Crotone; ancora, l’assessore al Turismo Gianluca Bruno, Maria Rosa Prandelli della Turismo scpa, il Direttore Commerciale della Compagnia Aerea Italiatour che opera sull'aeroporto locale, Giovanni Battista Cerchiara e Napoleone Guido, Presidente Confcommercio Regionale.
All'incontro ha preso parte anche una delegazione artistica composta dalla cantante Annalisa Minetti, e dall’attrice Nadia Rinaldi.
L’incontro ha avuto lo scopo di discutere e programmare una più efficiente politica del turismo, la partecipazione a fiere nazionali ed internazionali ed in particolare dell’organizzazione della Borsa Turistica della Krotoniade.
Dopo un’ampia disamina del settore turistico si è concordato di procedere su alcune direttrici. Prima tra tutte, puntare prevalentemente sul turismo culturale, così da destagionalizzare l’attuale turismo balneare che è ancora circoscritto ai due mesi estivi. Sviluppare, inoltre, il trasporto aereo, con la possibile istituzione di voli aerei permanenti da e per Crotone da estendere in alcuni paesi del mediterraneo, Grecia e Tunisia in particolare. Puntare su itinerari da quello balneare a quello archeologico, da quello religioso a quello artistico monumentale raccordando il rapporto tra amministrazioni, associazioni culturali, pro - loco e soprattutto con le strutture alberghiere e ricettive. Organizzare e partecipare alle fiere più importanti del turismo nazionale ed internazionale realizzando stand che caratterizzino l’identità del territorio. Naturalmente si rende opportuna anche una serie di interventi propedeutici tesi a sostenere la proposta come bonificare e rendere più decoroso possibile il territorio ma anche elevare lo standard di accoglienza creando anche una vera e propria scuola di guide turistiche capaci di trasferire ai potenziali utenti informazioni su quanto viene proposto. Creare, inoltre, eventi culturali per tutte le stagioni che diventino dei veri e propri appuntamenti di richiamo. L’incontro si è concluso con l'intesa di aggiornarlo ed estenderlo a tutte le componenti dei territori vocati al turismo, alle associazioni culturali, agli operatori economici.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?