Salta al contenuto principale

Melito Porto Salvo: finisce in rissa
la selezione di Miss Italia

Basilicata

Una lite generata probabilmente da una divergenza d'opionioni. E' successo alle selezioni delle concorrenti per il concorso Miss Italia

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

Tutto si sarebbe scatenato dalla scelta dei componenti della giuria per le selezioni delle concorrenti al concorso di Miss Italia. E così una discussione è degenerata finendo a pugni e schiaffi, tra il presidente del Consiglio comunale di Melito Porto Salvo (Reggio Calabria), Giuseppe Salvatore Minniti, e l'assessore comunale al Bilancio, Giuseppe Latella.
Ad avere la peggio è stato quest’ultimo, finito a terra con il volto insanguinato, poi soccorso e trasportato in ospedale a Melito Porto Salvo e poi trasferito a Reggio Calabria, dove tra l'altro dovrà essere operato.
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri. Nella giornata di ieri il sindaco del centro del Reggino ha incontrato la stampa ed ha definito quanto successo lunedì sera «un atto inqualificabile e di una gravità assoluta».
Il primo cittadino ha anche reso noto che l'assessore Giuseppe Latella si è dimesso, e la stessa cosa ha fatto l’assessore allo Spettacolo Beniamino Pulitanò, che ha promosso la selezione del concorso di Miss Italia.
Il sindaco Iaria, infine, ha auspicato anche le dimissioni del presidente del Consiglio comunale e protagonista della scazzottata Giuseppe Salvatore Minniti.
La vicenda per il momento si è conclusa con una denuncia per lesioni nei confrtonti di Giuseppe Salvatore Minniti, presidente del Consiglio comunale, il quale avrebbe colpito con un pugno l’assessore Latella, che avrebbe riportato la frattura del setto nasale. Latella è stato trasferito nell’ospedale di Reggio, dove dovrà essere operato, ed ha così sporto denuncia contro Minniti che, a sua volta, ha riferito ai carabinieri di essere stato provocato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?