Salta al contenuto principale

Arrestato Gianluca Racco fra i cento latitanti più pericolosi

Basilicata

Grazie ad una operazione di cooperazione internazionale i carabinieri di Reggio sono riusciti ad arrestare in Olanda Gianluca Racco, 30 anni, uno fra i cento latitanti più pericolosi condannato all'er

Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Per gli inquirenti era uno dei cento latitanti più pericolosi, Gianluca Racco, 30 anni, affiliato alla 'ndrangheta è stato arrestato in Olanda nell’hinterland di Amsterdam. Racco, secondo quanto riferito dai carabinieri, è vicino alla cosca Commisso di Siderno. A suo carico pende una condanna all’ergastolo per omicidio, tentato omicidio ed associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata al traffico di stupefacenti. L'importante arresto è stato messo a segno dalla polizia olandese in collaborazione con i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Reggio Calabria. I militari dell'arma insieme a funzionari nell’Interpol hanno affiancato i colleghi olandesi nella fase esecutiva della procedura di cooperazione internazionale attivata in seguito alle indagini condotte dagli stessi carabinieri e coordinate dalla Dda di Reggio Calabria.
I particolari dell’arresto di Gianluca Racco saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa fissata per domani alle 11 presso il Comando provinciale di Reggio Calabria dei carabinieri, alla presenza del procuratore aggiunto, Nicola Gratteri, che ha condotto le indagini.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?