Salta al contenuto principale

Primi test per la Bawer

Basilicata

Da domani a sabato tre amichevoli per saggiare le qualità e dare le prime risposte al lavoro tecnico e atletico di queste due settimane di preparazione del nuovo Matera

Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

di PIERO QUARTOMATERA - E’ la settimana dei primi test per la Bawer Matera che ha programmato tre amichevoli in sei giorni per verificare il lavoro atletico e tecnico svolto in questa primissima fase di preparazione. Coach Corà cerca le prime risposte alle indicazioni date in questa fase della stagione. Il tecnico materano vorrà anche rendersi conto, sul campo, delle attitudini e della capacità “sotto sforzo” dei suoi giocatori in modo da poterli utilizzare poi al meglio. Insomma il precampionato della Bawer entra nel vivo anche se questa prima fase del lavoro ha destato delle sensazioni incoraggianti e lascia molto ottimismo.
«Abbiamo un gruppo costituito da ragazzi che hanno voglia di lavorare e di cogliere l’occasione giusta per mettersi in mostra, giocatori disposti ad interagire e ad accettare i consigli che gli arrivano», racconta al “Quotidiano” il capitano del Matera, Francesco Longobardi che disegna uno scenario positivo in vista delle prime amichevoli. «E’ chiaro che con un avversario di fronte ci si riesce a rendere meglio conto delle situazioni che si presentano in campo. Le idee dell’allenatore? Lui ha tracciato le sue idee, vuole un basket veloce, aggressivo, difensivo. Speriamo che si possa vedere una prima impronta in queste gare, ora lavoriamo su giochi e schemi ma in maniera libera poi credo che andremo ad approfondire alcune situazioni».
Insomma le prime impronte della nuova squadra, le peculiarità dei singoli e le qualità atletiche della squadra potranno già emergere nei tre incontri con Bernalda, Corato e Bisceglie. Poi qualcosa di più si potrà vedere nel doppio confronto di Coppa Italia contro Potenza, una sfida che la società materana vuole provare a vincere per andare avanti in Coppa. Longobardi spiega: «è chiaro che giocare partite molto impegnative in un periodo iniziale della stagione può creare delle difficoltà perchè c’è ancora molto da lavorare, ma è altrettanto ovvio che nessuno vuole mai perdere. Noi alla Coppa Italia ci teniamo e giocheremo per vincerla, tanto più in un derby contro Potenza. La voglia di giocarcela e di fare bella figura non manca di certo».
Ora Matera però ha ancora esposto il cartello dei lavori in corso e probabilmente almeno fino al campionato bisognerà avere la pazienza di capire e di studiare, pian piano, le potenzialità della nuova squadra materana.
Poi dopo con la prima in casa contro Molfetta si comincerà a fare sul serio e lì si vedrà davvero quali sono le potenzialità e le ambizioni che questa Bawer può coltivare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?