Salta al contenuto principale

Matera, Giglio al Terlizzi
Derby, Pisticci attende i sinnici

Basilicata

Il difensore in prestito perchè non trovava spazio, Matera in coppa con il Sant'Antonio. Rovira sarà del derby col Francavilla

Tempo di lettura: 
6 minuti 7 secondi

Che il Matera sfoltisse qualcosa lo avevamo già anticipato ieri e, infatti, la gara a Corato è coincisa con l’accordo per Giglio al Terlizzi, squadra dove milita il materano Silvio Salerno (nipote del senatore Franco e figlio di Andrea).
Questo il comunicato ufficiale della società biancazzurra. «Il sodalizio biancazzurro rende noto di aver ceduto in prestito alla società USD Terlizzi Calcio di eccellenza pugliese (campionato al via il prossimo 6 settembre) il terzino sinistro Clemente Giglio. L'atleta, classe 1990, nella stagione 2008/2009 ha disputato numerose gare sia con la prima squadra che con la Juniores. In forza alla compagine pugliese, attrezzata per ben figurare nel massimo campionato calcistico regionale pugliese, avrà la possibilità di accrescere il proprio potenziale ed a lui vanno i migliori auguri della società del presidente Tommaso Perniola per una esaltante e proficua stagione».
QUI MATERA- Vietato definirlo un rincalzo. Angelo Logrieco è un talento naturale e lo sta dimostrando gara dopo gara. Il dodicesimo titolare. Senza dubbi, il discorso del quinto under penalizza parecchio i seniores perchè possono essere solo sei in campo. Il Matera ha in organico Angelo Logrieco, uno che è arrivato a Matera per consacrarsi calcisticamente parlando. Ed il ventiquattrenne bitontino sta facendo vedere cose egregie, tiopo il due a uno contro il Corato. Una palla persa o quasi perchè il portiere avversario lo aveva costretto a defilarsi quasi sul fondo, ma Logrieco in una torsione eccellente è riuscito a mettere il pallone in rete. «Sono un trequartista con il vizietto del gol ed anche l’anno scorso ne ho messo a segno sette, l’ultimo è valsa la salvezza alla squadra dove sono nato. Bella soddisfazione, senza dubbi. Però è acqua passata e siamo qui per costruire qualcosa di importante per il Matera. Siamo un ottimo gruppo e siamo considerati tutti da titolari. E’ chiaro che la regola degli under ci penalizza, ma in un campionato lungo e difficile ci sarà spazio per tutti».
Un campionato difficile?
«Sicuramente sì, perchè sono dieci squadre campane e c’è pure il Casarano. Un campionato duro». Che squadra è il Matera?
«Possiamo fare bene e abbiamo la voglia di farlo. Domani è già un test importante, perchè si comincia a fare sul serio».
Ieri pomeriggio il tecnico Pino Giusto ha tenuto i calciatori nello spogliatoio prima di iniziare la seduta per analizzare a freddo la gara di giovedì a Corato. Stasera ci sarà l’ultimo allenamento prima della gara con il Sant’Antonio Abate e il Matera andrà già in ritiro. Un particolare che spiega quanto ci tenga la società anche alla Coppa Italia.
Primo allenamento per il neo acquisto Cusimano, mentre per Diop (pratiche burocratiche) non ci sono possibilità di poterlo ultilizzare. Quindi, i 1991 sono Salemme, Milzi o Carità. Difficile che Cusimano venga utilizzato dal primo minuto.
Renato Carpentieri

QUI PISTICCI- LA FIRMA c’è e Sebastian Rovira potrà già essere a disposizione del tecnico domenica contro il Francavilla in Sinni.
«La firma del giocatore è arrivata -ha confermato il presidente dei gialloblè, Donato Panetta- e quindi Rovira può giocare. Poi, come al solito, sarà il tecnico a decidere chi mandare in campo nell’undici iniziale e se dare al giocatore la possibilità di disputare i primi minuti con la nostra maglia, altrimenti ci saranno altre occasioni». L’attaccante, lo scorso anno al Ferentino, sempre in serie D nel girone G, è un ex calciatore del Matera ed arriva a Pisticci per completare il parco seniores della formazione di mister Valente. Certamente, la società gialloblè non si fermerà all’acquisto di Rovira, visto che l’organico è ancora un pò scarno e servono assolutamente rinforzi per il gruppo.
«Arriveranno altri giocatori -ha continuato Panetta- anche perchè, specialmente nella zona offensiva del campo, siamo davvero pochi. Stiamo lavorando per almeno un paio di under di assoluto valore, che stiamo valutando molto bene perchè, a questo punto della stagione, non possiamo fare più errori». Intanto, la squadra continua ad allenarsi in vista del prossimo incontro, l’importante match di Coppa Italia contro il Francavilla in Sinni, formazione sicuramente più esperta e completa del Pisticci e, dunque, un ottimo banco di prova per la formazione di mister Valente.
«La squadra sta bene e si allena con buona continuità -ha ripreso il presidente- e sarà importante continuare a fare bella figura. Puntiamo a disputare una buona gare e fare una bella prestazione. I risultati in questo momento della stagione non sono importanti, ma vincere, certamente farebbe tanto morale per tutto il nostro giovane gruppo». Sarà un test vero per il Pisticci, quello che si attende per verificare il lavoro svolto sinora dalla dirigenza e dallo staff tecnico sulla nuova squadra.
«E’ una partita importante, il primo vero test dell’anno -ha ammesso il primo tifoso del sodalizio gialloblè- che servirà anche per vedere a che punto siamo e cosa potremo dire in questo nuovo ed importante campionato alle porte. Sicuramente il Francavilla è una squadra forte e con più esperienza di noi in questa categoria, cercheremo di dare il massimo comunque». In attesa di completare l’oranico con almeno altri due giocatori under di grande qualità ed in grado di disputare al meglio il campionato di serie D, il tecnico Valente continua a lavorare con gli uomini a disposizione, sperando di poter continuare a portare avanti il suo progetto tattico al meglio.
Francesco Calia
sport@luedi.it
QUI FRANCAVILLA- FRANCAVILLA – Meno uno, all’esordio ufficiale della formazione di mister Lazic in Coppa Italia.
In casa Francavilla, tutta la dirigenza si augura di andare allo stadio “Gaetano Michetti” e di fare bottino pieno, utile per il passaggio del turno.
Il mister serbo, Ranko Lazic, spera di poter avere a disposizione la squadra migliore, visto che al momento lavorano a parte il fantasista Antonio Chisena e il portiere Giovanni Di Vincenzo.
Con quest’ultimo, reduce ancora dall’infortunio alla spalla nel Memorial “Console” contro il Potenza.
Per entrambi, ci sono poche possibilità di recupero. Ma la speranza almeno, è quella di vedere nella ripresa il numero dieci rossoblu, per giocare dei minuti di gara.
Intanto, sale febbre de derby tra i tifosi rossoblu, che sperano di battere i corregionali gialloblu, come già è accaduto il dodici agosto scorso nel Memorial “Michetti”.
Per entrambe le squadre si tratta quindi, di una gara davvero importante, dopo che nelle ultime due settimane Del Prete e compagni hanno svolto un lavoro di scarico, per arrivare a questo appuntamento nel migliore dei modi.
Dopo il compito svolto dall’organico, sotto la guida tecnica rossoblu, adesso c’è bisogno di organizzare le forze, per arrivare freschi all’appuntamento di coppa.
Niente di eccezionale. Solo un allenamento per avere un’idea di quanto la squadra sia in forma per questo impegno.
Per il Francavilla è una partita molto importante, non tanto per il risultato, ma per vedere a che punto è la condizione della squadra.
Dopo le gare di pre-campionato, adesso si avrà l’occasione di misurarsi con un’avversaria di pari categoria.
La squadra rossoblu, avrà quindi un compito non facile, perché gli avversari, venderanno cara la pelle per incassare la vittoria, che possa permetterli di passare al turno successivo.
Ma di sicuro, il Francavilla, non sarà da meno. Fino ad ora la formazione del patron Cupparo, ha sempre gestito bene queste prime gare della stagione, ricordiamo che nella passata edizione, ci fu l’esordio contro i calabresi del Castrovillari, con il pareggio per 1-1 in Calabria e la vittoria ai calci di rigore per 4-2 al Fittipaldi.

Claudio Sole

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?