Salta al contenuto principale

La Vigor Lamezia orientata verso Sapri

Basilicata

Serie D. Rigoli prepara il gruppo biancoverde per il debutto stagionale

Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi

di PASQUALINO RETTURA
Due giorni di assoluto relax per la Vigor di Pino Rigoli. I biancoverdi infatti riprenderanno domani e sarà la settimana prima dell'esordio in campionato che vedrà i lametini iniziare in trasferta contro il Sapri. Match che dovrebbe disputarsi a Eboli stante l'indisponibilità dello stadio "Italia". Uno stadio che per la verità non è di buon auspicio per i biancoverdi che nella stagione 2003/2004 in D, gestione Boccolini, persero per 2 a 1. Il Sapri infatti in quella occasione ribaltò il risultato dopo che la Vigor sbloccò lo 0 a 0 con Pino Tortora che in quella stagione affiancava in attacco Nacho Castillo. Era novembre del 2003, mentre al ritorno al "D'Ippolito", marzo 2004, i biancoverdi si imposero per 2 a 0. Questo quindi l'ultimo precedente fra le due squadre. In casa biancoverde dunque c'è attesa per la gara d'apertura di un campionato che per la Vigor dovrà essere quello del ritorno fra i professionisti. Del resto le premesse sembrano esserci tutte. La società ha infatti dato mandato al direttore sportivo Fabrizio Maglia di costruire un team che lotti per vincere il campionato, mentre la tifoseria, sicuramente scottata ancora per quanto accaduto la scorsa stagione, ha però dato prova di esserci già alla prima occasione ufficiale della stagione quando i biancoverdi sono stati eliminati dalla coppa Italia dal Sambiase. Una settimana, questa, in cui dovrà aumentare l'entusiasmo. Non è facile, certo, però ormai c'è la necessità che tutte le componenti si uniscano attorno a questo gruppo. Ognuno può fare le sue analisi ed i suoi processi (in cui nella maggior parte dei casi si scopre l'acqua calda) ma a che a serve? La società ha dimostrato di aver "capito" bene la lezione costruendo appunto una squadra che punti al ritorno fra i professionisti, cosa che negli anni precedenti non era mai accaduto. Ogni volta che c'era stata una retrocessione ben difficilmente (anzi, storicamente mai) si è trovata la forza, soprattutto quella economica, per tentare da subito la risalita.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?