Salta al contenuto principale

Piromane polacco arrestato a Cropalati.
Altre due denunce nel catanzarese

Basilicata

Una persona arrestata nel cosentino e altre due denunciate nel catanzarese per aver tentato di appiccare incendi

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Un cittadino polacco di 44 anni è finito in manette a Cropalati con l’accusa di incendio doloso dal Corpo forestale dello Stato. L’uomo è stato sorpreso mentre appiccava il fuoco in un bosco di eucalipti ed aveva con sè un accendino e tre ordigni incendiari nascosti all’interno di un comune pacchetto di sigarette. L’intervento del personale del coordinamento territoriale di Cosenza e del nucleo investigativo antincendi boschivi ha evitato che il sottobosco secco, assieme alle alte temperature e al vento, potesse provocare un incendio di vaste proporzioni e di difficile spegnimento.
Nel catanzarese invece, due pastori, zio e nipote, quest’ultimo minore, sono stati sorpresi mentre appiccavano il fuoco su terreni incolti vicini ad alcuni uliveti a Santa Caterina dello Jonio. Gli agenti hanno tentato di bloccare il pastore, che li ha minacciati con un’ascia e si è poi allontanato tra la vegetazione. L’uomo e il nipote sono stati così denunciati in stato di libertà per incendio doloso, mentre al pastore è stata anche contestata la violenza e la minaccia a pubblico ufficiale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?