Salta al contenuto principale

Matera, preso De Vecchis
Francavilla al lavoro, Basile al Pisticci

Basilicata

L'attaccante del 1989 arriva in prestito dall'Ascoli.

Tempo di lettura: 
6 minuti 8 secondi

di Renato Carpentieri
Matera si rinforza in attacco. L’ULTIMO colpo del mercato proveniente dai professionisti è Alessio De Vecchis, attaccante del 1989 arrivato in prestito dall’Ascoli.
Ma non è ancora finita. Perché il Matera sta inserendo in un gruppo ormai cementato giocatori under che saranno senza dubbi importanti e determinanti. Perché non è facile trovare calciatori disposti a sedersi in panchina con estrema facilità e questo rischio c’è. Inoltre, essendoci cinque under in campo, in linea di massima i seniores che possono trovare spazio a gara iniziata possono essere al massimo un paio. Quindi, avere a disposizione in panchina degli under che possono modificare tatticamente una gara, non è certo roba da poco. Intanto domenica ci sarà da tamponare all’assenza di Achille Mazzoleni che deve scontare una giornata di squalifica scattata per somma d’ammonizioni in virtù dell’ultimo giallo rimediato nell’ultima gara di Seconda divisione con la maglia del Bassano. Ieri pomeriggio ripresa degli allenamenti con consueta discussione sulla gara di domenica. Dopo della quale c’è stato lavoro defaticante e una partitella, la prima che ha visto all’opera anche i due nuovi acquisti Alessio Cusimano e Alessio De Vecchis (con Alessio Musco sono tre ora a portare lo stesso nome in organico). La società ha sistemato la documentazione relativa alla posizione di Diop e si attende ora la risposta da parte della Federazione. Intanto Pino Giusto è già al lavoro per una soluzione tampone «Campo o qualche altro sono nei miei pensieri-spiega il tecnico del Matera, Pino Giusto-ma giovedì nel test a ranghi misti proveremo anche altre soluzioni alernative». Tra le ipotesi più papabili c’è proprio l’utilizzo di Campo che al Quotidiano ieri ha dato la disponibilità a ricoprire un ruolo che ha già avuto a Vibo, rimettendo il tutto proprio al tecnico. «Non ho letto l’intervista a Campo. Però vedo che c’è unione di vedute un po’ da tutti». Che impressione ha avuto dai nuovi arrivi?
«Tutti i giovani sono qui per crescere e c’è la magnifica dote di aiutarli. Questo è un fatto molto importante per i baby quando i seniores li guidano a sbagliare meno». Pino Giusto è un tecnico che non fa mosse azzardate e inserisce con ponderatezza anche i nuovi innesti. In effetti, nel calcio c’è poco da lasciare al caso se non si vuole bruciare i ragazzi. Anche perchè l’esordio di Carità è senza dubbi positivo. Si tratta di un ragazzo del 1992 che ha dimostrato di avere carattere oltre ad un fisico importante per il ruolo d’esterno sinistro. «E’ chiaro che si tratta di giovani che devono crescere tatticamente, ma ci sono dal punto di vista delle risposte da dare in campo».
Carità è un giocatore che può dare grosse soddisfazioni al Matera, ma non solo perchè in un campionato dove servono cinque under in campo averne di ottimi a disposizione è fondamentale. Basta che uno di loro sia leggermente al disotto della media e c’è la possibilità di bucare la squadra avversaria e metterla sotto in termini di numeri e condizioni per andare a rete.
Renato Carpentieri
QUI PISTICCI-L'ossatura della squadra ormai è definita, ma qualche elemento in più per allargare il parco under e renderlo ancora più competitivo serve al Pisticci per essere al completo in vista di un campionato che sarà lungo e molto impegnativo.
E' in questa ottica che va letto l'ultimo acquisto della dirigenza gialloble, che ieri ha concluso con Emilio Basile, giocatore del Taranto di classe 1990, abitualmente impiegato sulla corsia di destra, sia in fase avanzata che in ruolo di copertura. L'ingaggio di Basile è stato ufficializzato dal direttore generale Rocco Giosa, che ha spiegato come l'operazione sia stata condotta dal presidente della Pol. C.S. Pisticci Donato Panetta in persona assieme all'area tecnica della società jonica.
Con questo innesto si vanno ad accrescere le soluzioni tecniche e numeriche a disposizione dell'allenatore Antonio Valente che da adesso potrà contare su un altro giovane, in arrivo tra l'altro da una squadra di spessore come il Taranto e giunto a Pisticci con buone referenze.
La dirigenza pisticcese, inoltre, ritiene di poter ancora operare sul mercato, sempre in riferimento al parco under, così da allargare la rosa attualmente in forza al Pisticci con qualche altro elemento giovane che possa garantire i giusti ricambi in un settore da cui dipende, per buona parte, il destino di qualunque squadra di serie D, visto che il regolamento prevede di schierare obbligatoriamente cinque under nell'undici titolare. Avere le alternative giuste e la panchina lunga in questo settore, pertanto, può giovare non poco soprattutto in considerazione del fatto che in una stagione così lunga infortuni e squalifiche vanno messi sempre in preventivo, per quanto si spera sempre di ridurre al minimo le defezioni forzate.
Intanto, dopo il meritato riposo del lunedì, il Pisticci ha ripreso regolarmente ad allenarsi al Comunale di Marconia in vista dell'esordio di campionato di domenica prossima.
In quella circostanza i gialloble andranno a far visita al Francavilla Fontana per la prima sfida ufficiale della stagione, se si escludono quelle di Coppa con Bitonto e Francavilla sul Sinni. Per la compagine jonica si tratterà, inoltre, di verificare l'impatto con il fattore campo sfavorevole dopo che finora il Pisticci ha sempre giocato al “Michetti” davanti al suo pubblico.
Roberto D’Alessandro
QUI FRANCAVILLA- FRANCAVILLA – Nell’ambiente sinnico si continua ancora a parlare dell’eliminazione dalla Coppa Italia contro i corregionali del Pisticci, squadra che affronterà in campionato alla tredicesima giornata il 29 novembre, in trasferta. Sicuramente quella sarà sfida vera, anche se quando c’è di mezzo un derby, non c’è mai gara che tenga, sia se amichevole che di campionato. Ma bisogna anche dire che la gara di Coppa, non può ritenersi un test attendibile, visto che è sempre una partita di agosto, e con le squadre ancora imballate fisicamente. Ma la formazione di mister Lazic, anche nelle gare estive ha dimostrato di essere in forma e di poter recitare un ruolo importante nella stagione che si appresta ad affrontare. Un campionato che, vede squadre favorite per la vittoria finale e squadre per essere vere e proprie outsider e tra queste potrebbe inserirsi senz’altro l’undici rossoblu. Una squadra che è formata da giovani interessanti e da giocatori di esperienza, non solo di questa categoria ma anche di quelle superiori. E poi, il duo di attacco formato da Del Prete e Chisena, è indubbiamente un’arma in più che ha a disposizione mister Lazic. Una coppia che si conosce a meraviglia e che in vena di grazia, può davvero fare male, visto che si conoscono e trovano a meraviglia in campo. Ricordiamo che nelle due stagioni passati insieme, i due hanno complessivamente messo a segno un buon numero di reti. Nel frattempo la formazione sinnica, continua nelle sue sedute di allenamento in vista dell’esordio in campionato di domenica prossima. La squadra si è ritrovata ieri pomeriggio sul terreno di gioco per riprendere la preparazione settimanale che porta all’esordio per il quinto anno consecutivo nella Serie D. Del Prete e compagni, svolgono gli allenamenti sotto l’attento sguardo dello staff tecnico, che fa svolgere i consueti esercizi settimanali. Si inizia con la seduta atletica, fatta di scatti e riscaldamento attentamente controllati dal preparatore atletico Pasquale Natale, che con il gruppo tiene alti i ritmi. I portieri, affidati all’esperto preparatore Salvatore Marino, che si incarica di prepararli al meglio durante la settimana. Poi, tutti con il tecnico Lazic, che studia schemi e posizioni in campo.
Claudio Sole

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?