Salta al contenuto principale

Melfi, delusione
nonostante la rimonta

Basilicata

Finisce 2-2 con l'Aversa. I gialloverdi costretti a rincorrere. La difesa preoccupa nonostante l'ottima reattività per il doppio svantaggio.

Tempo di lettura: 
1 minuto 46 secondi

FACCE non proprio soddisfatte in casa melfitana.
Ci si attendeva la prima vittoria stagionale, ed invece si deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con i tre punti.
Sul banco degli imputati ci finisce di nuovo la fase difensiva.
Ancora due gol subiti e per di più reti apparse evitabili.
Il Melfi deve rivedere i propri meccanismi, anche in occasioni di calci piazzati e palla inattiva, come nella circostanza della prima segnatura avversaria: " Noi difendiamo a uomo sui calci piazzati avversari, - asserisce Rodolfi. E' chiaro ed evidente che c'è qualcosa che non va. Ci sono delle lacune, situazioni a difesa schierata che non vanno bene". Facciamo rivedere le immagini dei due gol presi al tecnico gialloverde, che fa una smorfia che è tutto un programma. Rodolfi non è contento di quest'aspetto, come non pensarla allo stesso modo, ma allo stesso tempo cerca di non drammatizzare ed infondere fiducia: " non va dimenticato che stiamo lavorando da solo 40 giorni insieme, nel contesto di una squadra tutta rifatta con elementi appena arrivati. Dobbiamo crescere, migliorare, però comunque abbiamo avuto una buona reazione dopo un brutto primo tempo, forse il peggiore finora - afferma Rodolfi - C'è tutto il tempo per assemblarci meglio, speriamo di prenderci presto i punti persi adesso".
Sull'esperimento Sicignano, il tecnico sentenzia: " Sicignano ha giocato altre volte in questo ruolo, non era una novità assoluta. L 'ho inserito all'inizio pensando di dare solidità alla difesa, ed invece abbiamo preso anche oggi due gol".
Se da un lato il Melfi subisce troppo, dall'altra parte segna a raffica.
Con Arcamone, ancora tra i migliori in senso assoluto, primo centro stagionale su rigore, in gol anche Damiano Mitra che timbra in modo proficuo il suo ritorno a Melfi: "Una bella sensazione tornare a giocare a Melfi. Purtroppo non abbiamo vinto, ma va detto che il pareggio è giusto. La squadra gioca e questo è un dato molto positivo. Dobbiamo migliorare la fase difensiva e crescere come condizione. Anche io devo crescere. Il lavoro specifico sulla velocità mi servirà tantissimo in questo senso. Sinceramente pensavo peggio. Se riusciremo a migliorarci su alcune disattenzioni, possiamo fare bene. Questa è una squadra che può dare soddisfazioni”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?