Salta al contenuto principale

Il regista Wenders terrà un master all'Unical di Rende

Basilicata

Il regista Win Wenders la prossima primavera sarà ospite dell’Università della Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

L'annuncio è stato dato dai professori del Dams Roberto De Gaetano e Bruno Roberti, che hanno incontrato il cineasta tedesco nei giorni scorsi a Badolato durante le riprese del film «Il Volo».
Wenders si è detto disponibile a tenere una «master class» sul futuro del cinema e sulle nuove tecnologie dell’immagine. L’incontro verrà realizzato in collaborazione con la casa di produzione de «Il volo», la Technoss, e con la partecipazione di Roberto Perpignani, il montatore di Bertolucci e i fratelli Taviani, e di Claudio Gabriele, produttore esecutivo de «Il Volo», nonchè grande amico di Antonioni e Wenders.
Come si diceva, De Gaetano e Roberti hanno incontrato il regista tedesco sul set cinematografico di Badolato, che in questi giorni si è popolata di attori come Ben Gazzarra e artisti e tecnici del cinema come uno dei maggiori montatori italiani, Roberto Perpignani.
Sul set inoltre sono stati accolti anche studenti del DAMS che stanno avendo una esperienza pratica di tirocinio su campo. L’incontro con i docenti del DAMS è stata l’occasione per avviare un dialogo tra il regista tedesco e l’Università della Calabria, sempre più impegnata ad offrire ai propri studenti una formazione scientifica che integri didattica e ricerca tradizionale con esperienze di tipo pratico con i grandi autori del cinema internazionale. Wenders si è reso disponibile ad avviare un percorso che potrà prendere corpo solo a partire dalla prossima primavera perchè il regista è impegnato nei prossimi mesi a girare ben due film, di cui uno in Giappone.
Il responsabile del DAMS, prof. De Gaetano, in occasione dell’incontro, ha dichiarato che «incontrare Wim Wenders è stata un’occasione importante, non solo per il prestigio di uno dei maggiori registi di cinema internazionale, ma anche per avviare progetti di collaborazione tra il regista tedesco e la nostra Università, progetti di carattere didattico e scientifico in una linea di continuità che ha visto presso il nostro Ateneo ospiti, tra gli altri, registi come Ruiz, con cui abbiamo prodotto e realizzato un film che sta circolando nei maggiori festival nazionali e internazionali.
Il progetto - prosegue Roberto De Gaetano – è quello di avere Wenders come docente e costruire, insieme ad altri famosi artisti e professionisti del cinema, come Roberto Perpignani, un modello di formazione che, oltre alle competenze di carattere storico e teorico, preveda per i nostri studenti, esperienza diretta su campo e quindi un’apertura esplicita alla pratica. Mi piace qui sottolineare – concludeDe Gaetano – che due dei nostri migliori studenti, rappresentano l’ennesima collaborazione, anche in forma di tirocinio, con le troupe che vengono a girare in Calabria».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?