Salta al contenuto principale

Stalking, in carcere per la seconda volta

Basilicata

Un uomo originario di Sant'Arcangelo arrestato a Chiavari

Tempo di lettura: 
0 minuti 57 secondi

CHIAVARI - Non gli era bastata una condanna: un 46enne originario di Sant'Arcangelo, infatti, ha continuato a molestare e minacciare i familiari nonostante una sentenza di condanna. per questo i giudici lo hanno rimandandato in carcere. L'uomo, attualmente residente nella riviera del levante genovese, aveva il divieto di dimorare a Chiavari, dove vive la ex moglie insieme ai due figli, è stato arrestato dalla polizia a seguito del suo violento atteggiamento nei confronti della consorte e dei figli, come sostenuto nell’ordinanza emessa dalla Corte di Appello di Genova.
Per mesi ha pesantemente molestato e minacciato i familiari danneggiando la porta d’ingresso della loro abitazione e causando danni all’auto del figlio. Domenico D.S., il coniuge e padre violento, nel maggio scorso era stato condannato dal Tribunale di Chiavari «per maltrattamenti e minacce proprio nei confronti della moglie e dei figli» a due anni e sei mesi di carcere. Ma era stato scarcerato con il solo obbligo di non dimorare nella cittadina dove vive la famiglia. L’indagato, al quale sarebbe stato contestato anche il reato di stalking, ha nominato come difensore l’avvocato Emanuele Olcese del Foro di Chiavari.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?