Salta al contenuto principale

Vigor Lamezia, il turnover di Rigoli

Basilicata

Serie D. Centrocampo incerto. Si torna al 4-4-2 oppure verrà confermato il 4-3-3. Recupera Mangiapane. Contro il Castrovillari il tecnico pensa a qualche variazione

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

di PASQUALINO RETTURA
Giorno di prove ieri alla Vigor. Allo stadio “Antonio Carlei” infatti il tecnico biancoverde Pino Rigoli ha avuto modo di collaudare quello che potrebbe essere l’undici da mandare in campo nel secondo match consecutivo in casa. Domenica infatti arriva al “Guido D’Ippolito” il Castrovillari in quello che sarà il primo match fra corregionali per la Vigor. Difficile decifrare quello che ha in mente Rigoli per la gara contro il Castrovillari. Nella prima parte di lavoro infatti il tecnico biancoverde ha opposto una formazione inedita contro gli under 18 allenati da Franco Barone. Una squadra per così dire composta dalle alternative al gruppo che invece dovrebbe essere vicino agli elementi che scenderanno in campo dal primo minuto contro la squadra del Pollino. Quindi in casacca arancione a sfidare gli under c’erano Forte in porta, difesa con Deodato, Scalise, Pisano e Musumeci. A centrocampo Danfà, Clasadonte e il recuperato Mangiapane (che potrebbe andare in panchina) mentre sugli esterni agivano Scalese e Biondo. In attacco il solo Lattanzio. In campo poi gli undici che dovrebbero essere scelti per affrontare dal primo minuto il match di domenica, ma i dubbi restano, soprattutto a centrocampo dove Rigoli potrebbe cambiare ancora rispetto a domenica. Se cioè a Lio e Cordiano sarà affiancato Clasadonte, oppure se verrà riproposto il 4-4-2 con Lio e Cordiano in mezzo con Catania e Chiricò (in foto) esterni oppure con la conferma di Biondo. Per il resto dovrebbero essere confermati gli stessi elementi che hanno battuto domenica scorsa il Trapani. Dubbi che Rigoli scioglierà prima di aver provato anche questo pomeriggio e nella rifinitura di domattina. Quello che è certo in ogni caso e che domenica prossima la Vigor cercherà il tris di vittorie prima della trasferta di Avellino. A tal proposito, c’è più di qualcuno che mette in guardia il gruppo invitando appunto ad evitare distrazioni. Nel senso che è la gara contro il Castrovillari a cui bisognerà concentrarsi e non a quella contro l’Avellino che insieme al Messina e la squadra più blasonata del girone e che quindi punta al ritorno fra i professionisti. Giustamente, il direttore sportivo Fabrizio Maglia ha fatto notare che «partite come questa contro il Castrovillari sono invece quelle più difficili. Ad Avellino gli stimoli li trovi comunque perchè l’avversario è blasonato e giochi in uno stadio importante». Attenzione massima quindi contro la squadra del Pollino che domenica scorsa tra l’altro in casa è riuscita a recuperare il doppio svantaggio contro il Messina. Una gara insomma da prendere con le classiche pinze.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?