Salta al contenuto principale

Accoltellamento nel centro di accoglienza

Basilicata

Grave un ragazzo del Burkina Faso. Trenta carabinieri in presidio dopo l'episodio di sabato scorso quando una lite si stava trasformando in tragedia

Tempo di lettura: 
0 minuti 56 secondi

PALAZZO SAN GERVASIO - Abrahim Yacoub e Ibrahim Hassan, rispettivamente di 25 e 23 anni, entrambi di origine sudanese, sono accusati di tentato omicidio aggravato in concorso e porto ingiustificato di coltello. Sabato sera hanno accoltellato all’addome un cittadino del Burkina Faso, all’interno del campo di accoglienza per extracomunitari. E dopo l’episodio di violenza prosegue il presidio, da parte di una trentina di carabinieri, del centro di accoglienza dove sabato sera un extracomunitario - ricoverato al San Carlo di Potenza in prognosi riservata dopo essere stato sottoposto a intervento chirurgico all’addome - è stato aggredito da due sudanesi poi tratti in arresto.
Sono da poco passate le 18 quando due cittadini del Sudan hanno aggredito un'altro extracomunitario del Burkina Faso. Quest'ultimo, accoltellato all'addome, ha riportato gravi lesioni e si trova tutt'ora in prognosi riservata nell’ospedale San Carlo di Potenza. Dopo l’aggressione i carabinieri della compagnia di Venosa - intervenuti sul posto - hanno ricostruito quanto accaduto e identificato i due sudanesi che sono stati portati nel carcere di Melfi.
Il campo di accoglienza di Palazzo, a fronte di una capienza di 250 unità, attualmente ne contiene 500.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?